De Marco: “Ambito Atem, ennesima occasione perduta”

De Marco: “Ambito Atem, ennesima occasione perduta”

Con un considerevole ritardo, i Comuni dell’ambito ATEM Lecce 2, nato per la gestione del servizio di distribuzione del gas metano, si apprestano ad attivare la procedura di gara per il nuovo affidamento del servizio, al fine di individuare una ditta che sarà occupata a questo fine in ogni comune dei 35 che compongono l’ATEM del basso Salento, per un arco temporale “non superiore a 12 anni”, come detta l’art. 14 del D.L.GS n.164/00, che adegua ai principi dell’ordinamento europeo il mercato interno del gas che, traducendosi in servizio pubblico, deve essere improntato ai principi della libertà di impresa e della concorrenza.
Il quadro normativo in materia si completa col D.L.GS 93/11 che dispone che “le gare per l’affidamento del servizio di distribuzione gas vengano effettuate solo sulla base degli Ambiti, inibendo i Comuni di procedere all’effettuazione di gare su basi territoriali diverse dall’Ambito”.
L’Atem Lecce 2 sud, uno dei 177 , individuati con D.M. nel 2011, del quale fa parte Casarano, è composto da 35 Comuni, dei quali risultano più popolosi Casarano, Galatina e Gallipoli.
Il gruppo del PD, circa 4 mesi fa, aveva sottolineato in consiglio comunale, oltre al ritardo, l’importanza di promuovere il Comune di Casarano ad un ruolo di primo piano per questo importante momento in cui il nostro territorio, sia pur con ritardo, avvia una fase organizzativa di evidente rilevanza strategica. Con la solita risposta evasiva del sindaco, si concludeva senza concretezza lo spazio dell’interrogazione avanzata dal gruppo del PD.
Duole constatare che, ancora una volta, l’inerzia politica ed amministrativa dell’esecutivo casaranese, ha fatto sì che il Comune delegato dagli altri 34 per svolgere l’importante ruolo di Stazione Appaltante per la procedura di gara relativa all’ATEM Lecce 2 sud, sia quello di Maglie. Puntualmente avvisati, i nostri amministratori hanno perso l’ennesima occasione per rilanciare Casarano verso un ruolo strategico per il territorio del basso Salento che avrebbe costituito un’importantissima occasione di rilancio e di sviluppo del nostro Comune. In passato eravamo noi a guidare, nei settori che contavano, il basso Salento, ora, o per incapacità o per servilismo che ci piega al ruolo ancillare nei confronti di noti personaggi dell’area politica che dal 2012 ci “amministra” e che in passato hanno promesso di annichilire l’azione nel territorio del nostro Comune, Casarano perde ancora un’occasione di rilancio.

Attilio De Marco consigliere comunale PD

626 Visite totali, 4 visite odierne

2 risposte a "De Marco: “Ambito Atem, ennesima occasione perduta”"

  1. Andrea  12/07/2016 at 4:50 pm

    Attraverso il gas metano Casarano avrà, la possibilità di rilancio?
    Certe affermazioni fanno a dir poco ridere, per fortuna che questa amministrazione ha il,buon senso ,invece di pensare a rifare le strade, a sostenere opere pubbliche attraverso accesso al credito di fondi europei per i centri storici da anni fermi per negligenza o altrui interessi, per anni dimenticati proprio da chi vorrebbe rilanciare Casarano attraverso progetti di Gas metano che non sono credo di certo le priorità per questa città, che ripeto è stata abbandonata al proprio destino da chi oggi vorrebbe ergersi a Paladino per portare in alto la propria città…fatevi da parte….con calma e saggezza c’è chi già lo sta facendo, trovatevi da fare un altro lavoro la politica lasciatela fare a chi ne ha competenza.

  2. salvatorecito  22/07/2016 at 8:16 am

    Io,sono fiducioso e molto perche’c’e’un futuro.
    Ma,la paura ma non ne’parlero’piu,(lo prometto),sul ruolo di Turchia e del leader che,mi preoccupa.
    Fermo,restando…che,progetti a iosa ci sono e ci saranno,per la tutela ambiente,basta leggere attentamente tra le righe….ad esempio,il t.a.p….effettivamenente puo’essere il volano futuro del nostro bel Salento,non c’e’ne sono gia’altri in giro?

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login