L’arte di avere gusto

L’arte di avere gusto

Mercatino del Gusto di Maglie - 2016Il Mercatino del Gusto a Maglie è un esperienza da fare! E’ la dimostrazione di come, con raffinatezza e intelligenza, si possano far conoscere e valorizzare i prodotti locali. Tutto è stato studiato e allestito egregiamente, la scenografia architettonica della cittadina è stata valorizzata da adeguate illuminazioni, gli stand ben organizzati, non si individuavano al buio com’è successo invece a Casarano nella manifestazione “Vini e Vinili”, dove i sommelier versavano il vino indovinando il bicchiere.
Il Mercatino del gusto si è differenziato dalle varie sagre paesane con oculatezza, offrendo un servizio ad un livello superiore. E mi domando perché nel nostro paese non si riescano a sfruttare meglio le piazze e i palazzi che non hanno nulla da invidiare ai paesi limitrofi. Basterebbe solo saperli valorizzare.
Va bene recuperare le vecchie feste in disuso e le tradizioni del passato, ma entusiasmarsi come se fossimo senesi per le corse dei cavalli, mi lascia perplessa. Se vogliamo uscire da questa crisi che imbavaglia la città, bisognerebbe incominciare a pensare a cosa può fare la differenza. Organizzare eventi estivi non è un passatempo ma un impegno serio che non si può improvvisare.
La Galleria d’arte Capece a Maglie espone le delicate illustrazioni di un artista salentino Piero Schirinzi. Le opere digitali che raccontano un mondo onirico e fantasioso sono valorizzate da un’adeguata, seppur eccessiva, illuminazione, che però le mette in risalto. Non vorrei più vedere esporre foto per strada, su tralicci infissi in pezzi di cemento illuminate dai lampioni stradali o addobbi di tulle multicolori intorno a delle opere pittoriche incommentabili. Vogliamo crescere e migliorarci facendo conoscere il nostro paese che amiamo, organizzando manifestazioni che ci facciano apprezzare per il “gusto” e non per la cattiva gestione e approssimazione?

Cinzia De Rocco

 1,596 total views,  1 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login