Approvazione del piano d’ambito dell’Aro 9 rinviata a giovedì prossimo

Approvazione del piano d’ambito dell’Aro 9 rinviata a giovedì prossimo

Comune di CasaranoFumata nera per il nuovo piano di ambito dell’Aro 9. Ma ormai è una questione di giorni. Nella seduta di ieri sono stati discussi diversi emendamenti avanzati da tutti i comuni facenti parte dell’ambito, vale a dire Casarano, Ruffano, Matino, Parabita, Miggiano, Montesano e Specchia.
Sono stati approvati tutti quelli dotati di parere tecnico positivo. L’approvazione del piano emendato è rinviata a giovedì mattina, quando l’assemblea dell’Aro si riunirà per dare il via libera definitivo all’importante strumento che consentirà ai comuni dell’ambito di dotarsi di un gestore unico dei rifiuti.
I sindaci dei sette comuni hanno chiesto una serie di correttivi alla bozza di piano elaborata dalla ditta «Vetruvio» di Racale, la quale era stata incaricata di redigere il piano, dopo la spaccatura consumatasi tra i comuni di Casarano, Ruffano e Matino, da una parte, e quelli di Parabita, Miggiano, Montesano e Specchia, dall’altra.
Circa un anno fa, il sindaco di Casarano, Gianni Stefàno, subentrato alla guida dell’Aro al posto del collega di Parabita, Alfredo Cacciapaglia, aveva revocato la gara per l’individuazione del gestore unico a quattro giorni dalla sua scadenza e il relativo piano di ambito, ritenuto troppo gravoso per i cittadini. La decisione di Stefàno aveva sollevato le dure critiche dei sindaci di Parabita, Miggiano, Montesano e Specchia, convinti che ad avere pesanti ripercussioni sulle tasche dei cittadini sarebbe stata, semmai, la revoca del bando e del piano.
Giovedì si saprà se il nuovo strumento riuscirà a mettere tutti d’accordo e a comporre una frattura apparentemente insanabile.

Di Alberto Nutricati dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 22 ottobre 2016

 666 total views,  1 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login