Da Casarano Libera un appello all’unità nella comune lotta contro la mafia

Da Casarano Libera un appello all’unità nella comune lotta contro la mafia
Marcia civica del 2015

La marcia civica del 2015

La convocazione del Consiglio Comunale deve essere un momento in cui la città si ritrova. La gestione degli eventi di questi giorni ha creato una pericolosa frattura di posizioni, concentrando l’attenzione dell’opinione pubblica sul dare ragione o torto al manifesto dell’Amministrazione o all’articolo giornalistico.
Abbiamo il timore che parlando della forma stiamo perdendo di vista la sostanza: a Casarano esiste un nucleo di mafia e ciò è confermato sia dall’ultima Relazione Annuale della Direzione Nazionale Antimafia sia dalle parole di Cataldo Motta, che ha esplicitamente parlato di “rottura della pax mafiosa”.
La nostra presenza e il nostro impegno sono però una delle tante testimonianze che la nostra comunità non è marcia, non lo è mai stata e non lo sarà mai proprio perché molte sono le forze positive che contrastano il malaffare.
La posizione del Comitato “Casarano Libera” è quella di invitare tutti a tornare a parlare di questa problematica, con la dovuta franchezza, terzietà e oggettività, ciò nella consapevolezza che solo conoscendo e identificando il problema lo si possa eradicare, assieme. L’invito ai nostri concittadini è di ritrovare la compattezza nel raggiungere questo obiettivo finale, anche nelle diversità delle tante soluzioni possibili.
Un momento importante sarà la presenza fisica al Consiglio Comunale monotematico di chi rifiuta senza compromessi ogni forma di commistione della malavita, a livello sociale, economico e politico.

Comitato Casarano Libera

3 risposte a "Da Casarano Libera un appello all’unità nella comune lotta contro la mafia"

  1. SALV.CITO  15/11/2016 at 7:34 am

    Unione fa la forza.
    Bisogna,essere sempre uniti.
    Poi,c’e’da dire anche che il Salento deve divenire Regione,si Regione Salento.
    Grande Salento,unito.

  2. Un semplice cittadino  16/11/2016 at 8:51 am

    Quelle,abitazioni che non si sa piu’a chi appartengono,le si deve dare ai giovani,per progetti tantissimi progetti al top, e regolari controlli ad hoc….cosi,solo cosi la legalita’si scardina ma non aspettiamo troppo troppo,intenso tempo….e’gravoso a chiunque CASARANO RISORGI, deve ritornare ad essere la 100°cittadina piu’in….come anni fa..

  3. semplice cittadino  16/11/2016 at 8:56 am

    Magari,uno spazio ai ragazzi/e cosa vorresti per la tua cittadina Casarano?
    C’e’chi,dira’discoteca,oppure pista pattinaggio…o magari,un palazzetto sport,oppure pista automobilistica come Abu Dahi,ma c’e’sempre chi dice la sua uno spazio,per i ragazzi/e che abitano CASARANO il futuro e’loro logicamente.
    Io,ad esempio la casa/abitazione Bastianutti un messaggio di pace e di solidarieta’ magari andare,nei paesi dove c’e’guerra con Emergency con Gino e figlia Cecilia Strada.

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login