“Chi ha meno può dare di più”, all’Ospedale di Casarano. La festa del TDM e dei ragazzi con sindrome Down

“Chi ha meno può dare di più”, all’Ospedale di Casarano. La festa del TDM e dei ragazzi con sindrome Down

La gioia di stare insieme e di mostrare il proprio talento. La festa organizzata dal Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva Casarano, ieri pomeriggio nell’aula magna dell’Ospedale “Ferrari”, è stata l’occasione giusta per mettere in vetrina certi sani valori e potenzialità che la frenesia della vita quotidiana, talvolta, fa perdere di vista.
Il “fare comunità”, ad esempio, è il cuore della festosa cerimonia dedicata al Progetto “Chi ha meno può dare di più”, che ha visto impegnati i ragazzi con la Sindrome di Down dislocati nei vari servizi sanitari e socio sanitari. Così come il “fare rete” è il solido trait d’union della proficua collaborazione tra Anna Maria De Filippi, Eleonora Malagnino, Daniela Mondatore e Laura Pisanello di Cittadinanzattiva-Tdm, Franco Cavalieri presidente del Comitato Genitori e, naturalmente, l’ASL di Lecce, per la quale è intervenuto, in rappresentanza del direttore generale Silvana Melli, il direttore amministrativo Antonio Pastore.
Tutti protagonisti, assieme alle tante persone e autorità intervenute, della gioiosa festa finale in cui l’attività di un anno ha raccolto riconoscimenti, applausi e sorrisi condendoli con trascinanti esibizioni di musica e danza.
«Abbiamo organizzato sempre – dicono gli organizzatori del TDM – un’iniziativa che rappresenta un momento di grande partecipazione dei ragazzi, delle famiglie, dei volontari, degli operatori sanitari e socio sanitari». Un rito comunitario coinvolgente ed emozionante anche per i vertici ASL: «Sono questi bellissimi momenti – sottolinea il direttore amministrativo Antonio Pastore – che ci fanno apprezzare il valore del lavoro che facciamo ogni giorno: un lavoro che non è semplicemente “fare sanità”, ma tocca da vicino la vita delle persone».

ASL Lecce

 2,138 total views,  2 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login