Disagi nel trasporto di studenti e pendolari: Salvatore Capone scrive alle Ferrovie del Sud Est

Disagi nel trasporto di studenti e pendolari: Salvatore Capone scrive alle Ferrovie del Sud Est

Salvatore CaponeL’On. Salvatore Capone scrive a Ferrorie del SudEst: “Difficoltà e rilancio inconciliabili. Necessario intervenire
con urgenza. Il Salento ha bisogno di un trasporto pubblico di qualità, sostenibile, efficace, efficiente”.
Sud Est risponde: “Esigenze sacrosante. Già al lavoro per risolvere i problemi, venire incontro all’utenza, implementare i mezzi”.
Sud Est è già al lavoro per affrontare la grave emergenza nel trasporto su gomma registrata in questi mesi da studenti e pendolari e – più complessivamente – il nuovo Cda è già al lavoro sul percorso di risanamento e rilancio avviato con successo dalla gestione commissariale e sancito dal passaggio in FSI.
La rassicurazione arriva dall’Amministratore delegato, dottor Andrea Mentasti, ed è la risposta a strettissimo giro ad una lettera di sollecitazione dell’On. Salvatore Capone inviata a Luigi Lenzi, presidente Cda Ferrovie Sud Est, all’Amministratore delegato Andrea Mentasti e al Ministro Delrio, sollecitando interventi immediati per il ripristino delle normali condizioni di trasporto degli studenti e un incontro per comprendere nei dettagli il Progetto di rilancio reso possibile dal passaggio in Ferrovie dello Stato.
“Spiace immensamente”, scrive tra l’altro Salvatore Capone “dover registrare che il nuovo corso delle Ferrovie Sud Est, confermato anche dalla nomina del nuovo Cda, rischi di essere assimilato con gli enormi disagi cui sono andati incontro in queste ultime settimane studenti e utenti del trasporto si gomma.
Emergenza che si trascina dall’avvio dell’anno scolastico coinvolgendo centinaia di studenti e che si è replicata con il ritorno a scuola dopo la pausa natalizia, tanto da far commentare alla stampa: “anno nuovo, stessi disagi sul fronte del trasporto scolastico”, anche se già nel settembre scorso l’azienda aveva garantito come il servizio di trasporto studenti sarebbe ritornato a regime entro la fine dell’ottobre 2016”.
“La decisione del Governo di salvare e rilanciare le Ferrovie del Sud Est, paradigma di una mobilità pubblica efficiente ed efficace a servizio del territorio e delle sue strategie di sviluppo”, ricorda ancora il parlamentare, “ha significato per il Salento un vero e proprio punto di svolta salutato con grande entusiasmo e soddisfazione. Così la volontà, più volte espressa, di restituire funzione e valore alla più grande arteria ferrata in concessione italiana che può tornare ad essere – esattamente come quando fu progettata e realizzata tra gli ultimi anni dell’800 e i primi del ‘900 – una infrastruttura strategica e vitale per il presente e il futuro del Salento e della Puglia, al servizio delle popolazioni, di una programmazione turistica orientata alla bellezza del territorio e alle sue emergenze, di una identità territoriale che si affida alla sostenibilità e all’innovazione come chiavi di volta per ridefinirsi e ripensarsi”.
E ancora: “Il successo registrato dal lavoro di risanamento della gestione commissariale, pur nelle difficoltà oggettive, ha dimostrato infatti non solo l’esistenza territoriale di una utenza ampia e fortemente intenzionata a servirsi del ferro (come indicano gli attivi di bilancio illustrati dal Commissario Viero) ma soprattutto la possibilità di trasformare la rete ferrata in quella “metropolitana di superficie” che il Salento da tempo auspica e che da sempre chi scrive ritiene essere uno degli snodi strategici del rilancio territoriale”.
Per questo, prosegue l’On. Capone, da sempre attento alle vicende legate alle Ferrovie Sud Est nel Salento, “l’empasse di questi mesi è ancor più problematica se si pensa che ad essere colpiti dal disservizio sono soprattutto studenti e famiglie, ovvero un segmento sociale vastissimo che alla qualità del trasporto pubblico locale assegna un ruolo straordinariamente importante la cui inefficienza, non è esagerato affermarlo, si ripercuote immancabilmente sulla qualità di vita e di studio di quelle famiglie e degli studenti. Come rappresentante del territorio e come cittadino, avverto l’esigenza, il dovere e la responsabilità di evidenziare a un tempo la rilevanza che il Salento assegna al rilancio delle Sud Est nel suo complesso e al contempo la gravità dei disagi cui sono costretti gli studenti pendolari e più in generale l’intera popolazione salentina facendo mia la sollecitazione, giunta anche dai primi cittadini dei paesi maggiormente penalizzati, di mettere in atto nel più breve tempo possibile tutte le soluzioni finalizzate ad impedire il perdurare della situazione”.
La risposta dell’azienda, che la prossima settimana incontrerà a Bari i vertici regionali e i presidenti delle province, non si è fatta attendere, ribadendo il lavoro sul programma di risanamento e rilancio, e l’impegno a risolvere l’emergenza a partire dall’utilizzo dei mezzi già acquistati.
“La qualità del trasporto pubblico e l’efficienza dei collegamenti per studenti e pendolari rappresentano due questioni essenziali per il nostro territorio”, conclude l’On. Salvatore Capone. “Continueremo a monitorare e a seguire questa vicenda, augurandoci che alle affermazioni seguano i fatti”.

Ufficio Comunicazione Salvatore Capone

 933 total views,  1 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login