Disagi Uffici Postali Lecce e Provincia. Poste Italiane risponde a Salvatore Capone: “Giacenze già ridotte. Entro il 20 completato il riassetto del Centro recapito Lecce”

Disagi Uffici Postali Lecce e Provincia. Poste Italiane risponde a Salvatore Capone: “Giacenze già ridotte. Entro il 20 completato il riassetto  del Centro recapito Lecce”

Salvatore CaponeDopo le condizioni di disagio denunciate da utenti e personale nel Centro recapito di Lecce, e la richiesta di intervento urgente da parte dell’On. Capone e della Viceministro Teresa Bellanova, Poste Italiane corre ai ripari.
E nella risposta inviata stamane all’On. Capone per voce di Gabriele Di Marzio, responsabile Ingegneria e Operazioni, l’azienda spiega di aver dovuto affrontare, nel mese di gennaio, insieme alle particolarissime condizioni metereologiche, anche un “importante” turn over delle figure apicali e “significativi picchi di postalizzazione che sono andati ben oltre la normale capacità produttiva”.
Per tali ragioni, afferma Di Marzio, mentre da una parte sono state attivate azioni di tamponamento anche con aiuti provenienti da centri esterni ed utilizzo delle prestazioni straordinaria, contemporaneamente Poste Italiane ha proseguito nel riassetto del Centro recapito Lecce con l’inserimento di ulteriori 4 zone di recapito, già condivise con le organizzazioni sindacali nazionali, che verranno attivate il 20 febbraio. Nel frattempo, si registra una riduzione sensibile delle giacenze.
Come si ricorderà, la sollecitazione dell’On. Capone inviata alla Presidente Luisa Todini, all’Amministratore delegato e direttore generale Francesco Caio e all’Onorevole Antonio Giacomelli, sottosegretario con delega al Mise, poneva con forza la necessità di un intervento urgente per risolvere nel più breve tempo possibile “le condizioni di grave disagio negli Uffici Postali di Lecce e provincia, a vantaggio degli utenti, della qualità del servizio, delle condizioni di lavoro e dei lavoratori”.
“E’ importante”, commenta adesso l’On. Capone, “che Poste Italiane, riconoscendo la gravità e l’eccezionalità della situazione ingeneratasi, stia affrontando le criticità con azioni strutturali. D’altra parte parliamo di una situazione allarmante e ben oltre qualsiasi limite di guardia descritta dalla stampa, dagli utenti, da molti sindaci del Salento, dalle organizzazioni dei lavoratori. Proprio per questo, continueremo a sollecitare l’Azienda che ringraziamo per la risposta e a monitorare con attenzione adeguata lo stato delle cose e soprattutto la coerenza tra le azioni previste e la qualità del servizio erogato e delle condizioni di lavoro, ad iniziare da un confronto con i Sindaci già nei prossimi giorni”.

Ufficio comunicazione
Salvatore Capone

74 Visite totali, 2 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login