Sindaco Stefàno: “La richiesta del Pd di commissariamento dell’Aro è priva di fondamenti tecnici. Meglio farebbe il Pd a motivare le sue scelte in ambito sanitario”

Sindaco Stefàno: “La richiesta del Pd di commissariamento dell’Aro è priva di fondamenti tecnici. Meglio farebbe il Pd a motivare le sue scelte in ambito sanitario”

Gianni StefanoSento la necessità di intervenire ancora una volta per fare chiarezza sull’argomento dopo il comunicato diramato dal PD di Casarano in data odierna rispetto all’incontro avuto con Sua Eccellenza il Prefetto di Lecce. Il comunicato diffuso dal PD è sostanzialmente privo di contenuti nel merito tecnico, si farnetica di una richiesta di commissariamento priva di fondamenti. Se la Regione dovesse procedere al commissariamento dell’ARO Le/9, ciò avverrebbe solo per motivazioni squisitamente politiche.
Ho già chiarito in altre occasioni il merito tecnico delle scelte che hanno portato alla elaborazione del nuovo Piano di Ambito, ma sia pure in modo sintetico è opportuno ancora ribadire. In termini economici il nuovo piano d’ambito comporta un risparmio reale per i comuni dell’ARO che è di circa 7.700.000 euro. Il risparmio per il Comune di Casarano è quantificato in 1.658.591,81 euro; il risparmio per il Comune di Matino è di 1.575.954,11 euro; il risparmio per il Comune di Miggiano è di 340.304,32 euro; il risparmio per il Comune di Montesano è pari a 198.658,83 euro; il risparmio per il Comune di Parabita è pari a 1.912.991,99 euro; il risparmio per il Comune di Ruffano è pari a 1.280.278,85 euro; il risparmio per il Comune di Specchia è di 77.661,27 euro. A questi risparmi per singolo comune va aggiunta l’Iva che per i comuni non è detraibile e pertanto rappresenta un costo. Per fare un esempio specifico riferito al Comune di Parabita il costo medio pro capite per abitante col vecchio piano d’ambito ammontava a circa euro 130 con il nuovo piano ammonta a poco più di euro 100 per abitante e questo grazie all’attenta programmazione dei servizi.
L’allungamento del periodo da cinque a nove anni è stato operato per consentire i risparmi di spesa derivanti dalle economie di scala, quindi una scelta finalizzata al risparmio di spesa per gli abitanti dell’ARO.
Rispetto all’istituto delle proroghe tanto invocato dal PD di Casarano e dagli esponenti regionali e nazionali dello stesso è necessario far presente che queste si sono rese necessarie per una Legge Regionale del 2012 con governatore Vendola che impediva lo svolgimento di gare per i singoli Comuni. È stato necessario l’intervento dell’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) per chiarire che i contenuti della richiamata legge regionale del 2012 andavano ad incidere sul regime della libera concorrenza. Gli esponenti del PD di Casarano e i loro rappresentanti regionali e nazionali che si stanno occupando in questi giorni dell’argomento dovrebbero imputare quindi i ritardi a loro stessi che erano il partito di maggioranza relativa della Regione Puglia che ha approvato quella legge che impediva lo svolgimento delle gare. Attualmente è in pubblicazione la gara-ponte del Comune di Casarano e la scadenza del termine per la presentazione delle offerte è fissato per il 21 aprile prossimo.
La richiesta di commissariamento dell’ARO invocata quindi dagli esponenti del PD non ha fondamento in quanto non vi è stata e non vi è inerzia da parte degli organi dell’ARO LE/9 né violazione di alcuna norma. La gara per l’affidamento dei servizi dell’ARO, come già comunicato, si trova nella fase di nomina della commissione che si occuperà della valutazione delle offerte e la conclusione della procedura è prevista entro il 31 maggio 2017.
Considerata la solerzia di questi giorni degli esponenti del PD nel portare avanti una battaglia a mio avviso priva di contenuti tecnici e motivata solo da questioni di natura squisitamente elettorale, ritengo sia molto più utile per le nostre comunità evitare di inasprire gli animi e di supportare gli interventi con contenuti tecnici.
Con l’occasione invito a Casarano per il primo aprile prossimo l’Onorevole Salvatore Capone, il Consigliere Regionale Sergio Blasi, e tutti gli esponenti del PD della Provincia di Lecce, oltre ai componenti del Circolo PD di Casarano, compresi i consiglieri che si erano autosospesi, a partecipare alla manifestazione pubblica in favore dell’Ospedale Francesco Ferrari. In quella sede avranno occasione di spiegare ai cittadini del comprensorio di Casarano e a tutti quelli della Provincia di Lecce tutta la bontà delle loro scelte in ambito sanitario, magari supportandole con contenuti nel merito tecnico; scelte che allo stato a noi risultano difficili da comprendere.

Casarano, 20.03.2017
Il Sindaco
Dott. Gianni Stefano

 995 total views,  1 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login