Emiliano risponde alla proposta di Attilio De Marco e Gabriele Caputo: “Un polo ospedaliero Casarano-Gallipoli è possibile”

Emiliano risponde alla proposta di Attilio De Marco e Gabriele Caputo: “Un polo ospedaliero Casarano-Gallipoli è possibile”

Bari, 14 aprile 2017

Al Consigliere Provinciale
Gabriele Caputo

Al Consigliere Comunale
Attilio De Marco

p.c. dott. Giancarlo Ruscitti
Direttore del Dipartimento “Promozione
della Salute, del Benessere Sociale e dello
Sport per tutti”

OGGETTO: Regolamento di Riordino della Rete Ospedaliera – Proposta Ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano. Riscontro.

Carissimi Gabriele e Attilio,
innanzitutto grazie per lo spirito collaborativo con cui affrontate la questione dell’applicazione del Piano di Riordino ospedaliero all’Ospedale di Casarano.

Gabriele Caputo

Come è noto non mi sono mai sottratto alla discussione relativa agli effetti del Piano sui territori. Le decisioni che sono state adottate sono state frutto di una condivisione ampia con i cittadini pugliesi.
Prendo atto che a Casarano questo lavoro di condivisione non sia stato percepito nella giusta maniera.
Temo che, in un certo momento, la contesa politica, con l’approssimarsi delle elezioni comunali, abbia finito per condizionare la discussione rendendola meno obiettiva.

Attilio De Marco

Attilio De Marco

Per questo vi ringrazio per lo sforzo che da tempo fate per riportare la vicenda nella sua giusta dimensione nell’interesse dei cittadini di Casarano e dei paesi limitrofi.
Nella vostra ultima lettera del 7 aprile u.s., avete avanzato la proposta di rivalutare le attività e la classificazione dell’Ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano, nell’ambito dell’intera rete ospedaliera pugliese, delineata con il regolamento regionale n.7/2017.
Vi confermo la mia piena disponibilità alla definizione di un percorso concreto con voi e, anche vostro tramite, con la cittadinanza di Casarano che consenta di rispondere alle diverse esigenze manifestate e comunque alla Regione Puglia di ottemperare alle disposizioni previste dalla normativa vigente in materia.
In particolare i ritardi relativi alla realizzazione del nuovo DEA e della ristrutturazione complessiva del “Vito Fazzi”, impongono una rivisitazione del riordino dei presidi sanitari attualmente attivi in territorio salentino.
In questa ottica la collaborazione tra gli ospedali di Gallipoli e Casarano potrebbe costituire la risposta alle esigenze delle popolazioni della zona, attraverso il coordinamento e la distribuzione delle unità operativa tra i due presidi, anche in riferimento alla stagionalità.
Alla luce di quanto sopra esposto, ho domandato al dott. Giancarlo Ruscitti, Direttore del Dipartimento “Promozione della Salute, del Benessere Sociale e dello Sport per tutti”, che legge per conoscenza ed a cui ho già provveduto ad inviare la vostra proposta, di effettuare una rapida valutazione tecnica di quanto da voi ipotizzato augurandomi si possa condividere una soluzione soddisfacente che rispetti le diverse esigenze.

Michele Emiliano

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login