Gianni Stefàno: “Il Presidente Emiliano utilizza le politiche sanitarie regionali per fini politici personali ed elettoralistici”

Gianni Stefàno: “Il Presidente Emiliano utilizza le politiche sanitarie regionali per fini politici personali ed elettoralistici”
Gianni Stefano

Gianni Stefàno

Ha ragione la collega Sindaco di Copertino, per rivedere il Piano di Riordino Ospedaliero occorre essere in campagna elettorale e non mi sorprenderebbe se nei prossimi giorni ci fosse una apertura anche nei confronti dell’Ospedale di Galatina, visto che anche li è in corso la campagna elettorale per le comunali.
Ancora una volta il Presidente Emiliano utilizza le politiche sanitarie regionali per fini politici personali ed elettoralistici.
Questa volta lo fa in maniera spudorata e tanto irritante da indurre un Sindaco della sua stessa parte politica ad annunciare le proprie dimissioni. Tra l’altro, come candidamente affermato dallo stesso consigliere comunale De Marco, questa inversione di rotta nei confronti dell’ospedale Ferrari è motivata da rapporti personali, quindi non da valutazioni oggettive. Come dire, la salute dei pugliesi è ad uso e consumo della politica.
Non si può che rimanere allibiti da questo atteggiamento del Presidente Emiliano, ritenuto da qualche esponente della sua parte politica vantaggioso per l’Ospedale Ferrari di Casarano. Infatti, a leggere bene la missiva indirizzata ai consiglieri comunali PD di Casarano, il mantenimento del Ferrari ad ospedale di primo livello durerebbe fino al completamento della ristrutturazione del Vito Fazzi di Lecce e fino all’entrata in funzione del Dipartimento di Emergenza Urgenza dello stesso. In altri termini, il Ferrari conserverebbe il primo livello a scadenza, giusto il tempo necessario per superare le primarie del PD e le amministrative di Casarano.
Esprimo indignazione per il modo in cui viene gestito il Riordino Ospedaliero e le politiche sanitarie in Puglia e ritengo che l’unica strada valida ed oggettiva per difendere l’Ospedale Francesco Ferrari di Casarano sia quella del ricorso amministrativo pendente presso il Tar di Bari promosso dall’Amministrazione Comunale.
Se una reale revisione del Riordino è nella volontà del Presidente Emiliano questa non può che essere partecipata e condivisa come da sempre richiesto anche dalla sua stessa parte politica, aprendo in concreto e per la prima volta un tavolo istituzionale con tutte le forze politiche e sociali presenti sul territorio.

Casarano, 18.04.2017
Il Sindaco
Dott. Gianni Stefano

7 Visite totali, 5 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login