Sindaco Stefàno: “Il Pd è incapace di scrutare la gravissima realtà che lo circonda”

Sindaco Stefàno: “Il Pd è incapace di scrutare la gravissima realtà che lo circonda”
Gianni Stefano

Gianni Stefàno

Il PD di Casarano ritiene incomprensibile la mia posizione sulla recente apertura del Presidente Emiliano sull’ospedale “Ferrari”.
Si affretta a chiarire, non riuscendoci, il senso dei “rapporti personali” invocati dal consigliere De Marco che hanno determinato la lettera di Emiliano, giustificando tali rapporti come necessari per rimuovere gli steccati e le barriere che avrei io frapposto col mio atteggiamento di scontro e di sfida manifestato in ogni uscita pubblica nei confronti della regione.
Invito il PD a rileggere le dichiarazioni dello stesso Presidente Emiliano sul sottoscritto con le quali, in più occasioni, ha evidenziato il suo apprezzamento alla mia ferma ma corretta e istituzionalmente rispettosa opposizione al piano di riordino.
Al PD di Casarano, incapace di scrutare la GRAVISSIMA realtà che lo circonda, segnalo, senza polemizzare e senza commentare, le dichiarazioni presenti oggi sulla stampa, di importanti esponenti dello stesso PD salentino.
Affido a voi lettori le CONCLUSIONI.
Sergio Blasi cons. Reg. PD
– La regione Puglia è un banchetto al quale solo chi porta voti a Emiliano può avere benefici per la propria comunità o è una istituzione imparziale che deve garantire a tutti i comuni le stesse opportunità nella trasparenza delle procedure?
– Utilizzare l’istituzione per raccattare consensi personali, garantire attraverso i propri assessori appoggi a sindaci, candidati sindaco chiedendo in cambio il voto alle primarie del PD è una pratica che sta viziando questo confronto in Puglia e nel Salento in particolare.
– Il punto più basso che la politica ha raggiunto in questa regione che sembra ormai governata esclusivamente con logica del do ut des

On. capone PD
– Non sono più sindaco da tempo ma se lo fossi mi sentirei offeso.
– Non è questa la politica che ci chiedono i cittadini né è questa amministrazione della cosa pubblica che può garantire tutti, ma proprio tutti, i cittadini pugliesi.

On. Bellanova PD
– Il sostegno alle candidature alla segreteria nazionale non può essere minimamente offuscato da ragioni di scambio, peggio ancora se queste ragioni investono profili istituzionali che coinvolgono la dialettica delle normali relazioni tra gli enti locali e l’ente regione. Ancor di più se ad essere sostenuto in questo modo è un magistrato prestato alla politica.
– Non sono un sindaco di Puglia ma ugualmente mi sento MINACCIATA e OFFESA da queste parole, che gettano una macchia sull’intera amministrazione regionale.

Gianni Stefàno

17 Visite totali, 2 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login