Bellanova:”Indagini ed arresti confermano i timori dei mesi scorsi. La società casaranese sia unita nel contrastare il riemergere della criminalità”

I fermi eseguiti nella notte scorsa a Casarano confermano i timori e le paure dei mesi scorsi, su un grave rischio allarme criminalità. Un inquinamento dei tessuti sociali e una riorganizzazione dei clan che la cittadinanza intera, e giornalisti coraggiosi, avevano stigmatizzato, paventando pericolose commistioni.
Da quello che si apprende con le prime ricostruzioni stampa, le indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia fanno luce su riorganizzazioni di sodalizi criminali, intrecci, e più complessivamente il riemergere di una criminalità brutale.
Nel mentre ringraziamo investigatori e magistrati per l’egregio lavoro svolto, ci auguriamo che quanto accaduto chiami tutti, incluse le Istituzioni territoriali, ad una maggiore consapevolezza e soprattutto spinga i cittadini e le cittadine di Casarano e del Basso Salento a reagire con forza al rischio di una rinnovata pervasività criminale. Le forze sane della società casaranese facciano rete per dire no alla criminalità lavorando per un futuro possibile di nuovo sviluppo sano.

Teresa Bellanova
VM allo Sviluppo Economico

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login