Legittimo e Giuranno: nessun apparentamento con i candidati giunti al ballottaggio

Legittimo e Giuranno: nessun apparentamento con i candidati giunti al ballottaggio

No all’ipotesi di apparentamento.
Emanuele Legittimo ed Enrico Giuranno chiudono le porte alla possibilità di accordi con i due candidati giunti al ballottaggio, il sindaco uscente Gianni Stefàno (centrodestra) e Mauro Memmi (centrosinistra).
«Non facciamo apparentamenti con nessuno – taglia corto Giuranno (M5S) – anche perché i cittadini che ci hanno votato lo hanno fatto liberamente e liberamente decideranno a chi accordare la loro fiducia al turno di ballottaggio. Tra l’altro, noi non abbiamo pacchetti di voti da spartire».
«Noi siamo scesi in campo per innovare e cambiare – dichiara Legittimo (Liste civiche) – oggi non possiamo appoggiare chi volevamo lasciare fuori dal palazzo. E che nessuno giochi sulla necessità di stare uniti contro qualcuno, perché il vero cambiamento passa attraverso comportamenti concreti e testimonianza attiva. Siamo concentrati a continuare a costruire il futuro della nostra Città e non appoggeremo nessuno dei due candidati arrivati al ballottaggio ai quali, comunque, va il nostro in bocca al lupo».
Agrodolce il commento sul voto.
«C’è l’amarezza per non essere riusciti ad ottenere il secondo consigliere – dice Giuranno – ma c’è anche la soddisfazione di aver risvegliato tante coscienze e non è poco in un momento come questo. Anzi è proprio questa la nostra vittoria. Non nascondo, però, che poter contare su un secondo consigliere in consiglio comunale avrebbe reso ancora più incisiva la nostra azione. Detto questo, continueremo il lavoro svolto negli ultimi cinque anni. Porteremo avanti le nostre attività e lo faremo con una autorevolezza maggiore e una maggiore possibilità di accesso agli atti. Negli ultimi tempi, il gruppo si è consolidato. In tanti si sono avvicinati a noi e hanno dato la loro disponibilità a collaborare. Questo ci permetterà di svolgere il nostro ruolo con più generosità e slancio rispetto al passato».
Dello stesso tenore l’intervento di Legittimo.
«Ce l’abbiamo messa tutta – dice Legittimo – per far capire ai casaranesi la bontà del nostro progetto. Sarò il consigliere comunale di tutti. Abbiamo un programma e lavoreremo perché questa città migliori e per continuare a far crescere il vento del cambiamento che prima o poi soffierà. Abbiamo messo insieme una nuova generazione di quarantenni che continuerà a lavorare per la Città ed il cambiamento nei prossimi anni. Ripartiamo dall’11 per cento delle preferenze ottenute, un risultato positivo perché partivamo da zero».

Alberto Nutricati
Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 14/06/2017

16 Visite totali, 9 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login