De Marco: “Il consigliere Vizzino ha assunto prima del dovuto la presidenza del Consiglio, inficiando tutto gli atti successivi”

De Marco: “Il consigliere Vizzino ha assunto prima del dovuto la presidenza del Consiglio, inficiando tutto gli atti successivi”

Dopo il voto di giugno, l’amministratore della “svolta” si appresta nella calda estate del 2017 ad amministrare, si fa per dire, i Cittadini di Casarano per altri 5 anni. L’opposizione di cui faccio parte, quella “invitata” dalla maggioranza “ad andare via”, si appresta a svolgere il suo ruolo di controllo e di censura (se opportuna e necessaria) sull’operato di Stefano e Co.
Al Consiglio del 28 agosto, per motivi familiari non sarei potuto essere presente, ma, nell’incontro che lo ha preceduto, tenutosi tra i consiglieri eletti nella coalizione a sostegno di Mauro Memmi, con i colleghi abbiamo accertato che la delibera con cui veniva eletto presidente del consiglio il consigliere Vizzino, mentre il consiglio era giustamente presieduto dal consigliere-anziano Rosi Scarangella, mancava del voto che la avrebbe resa immediatamente esecutiva. Il consigliere Vizzino, infatti, preso dalla foga di leggere il suo discorso di insediamento, volto per lo più ad attaccare il consigliere Giuranno – atteggiamento il suo a dir poco censurabile, per il ruolo che Vizzino si apprestava a ricoprire – non si rendeva conto che, di fatto, non era ancora presidente in quanto il consigliere Scarangella aveva omesso di far votare il consiglio l’immediata esecutività della delibera. Adempimento questo che avveniva dopo che Vizzino aveva imprudentemente iniziato a svolgere le funzioni di presidente, rendendo così illegittimo il suo insediamento e, di conseguenza, rendendo nulle tutte le delibere approvate quel giorno. Affette di nullità sarebbero state anche le delibere approvate nel consiglio comunale di ieri, tra cui, quella del bilancio consuntivo. Grottesco! L’incapacità e l’improvvisazione assoluta vanno volentieri a braccetto con la prepotenza e la spocchia di chi si arroga il diritto, solo perché ha vinto le elezioni, di “cacciare” i perdenti. Ma, se i vincitori hanno simili caratteristiche, mi sento molto orgoglioso di stare con chi ha perso e di sedermi, per fortuna dei Casaranesi, in consiglio comunale, con buona pace del sindaco della famigerata svolta.
Attilio De Marco – Consigliere comunale PD

303 Visite totali, 2 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login