Giampiero Marrella: “Ecco perché non entrerò in Forza Italia”

La risposta di Marrella a Paolo Pagliaro

Giampiero Marrella: “Ecco perché non entrerò in Forza Italia”

Con riferimento all’articolo di stampa,  con il quale il dott. Paolo Pagliaro, nella qualità di componente dell’Ufficio di Presidenza nazionale di Forza Italia, additava il sottoscritto di aver assunto un “gravissimo comportamento” in ordine alla mancata conferma della propria adesione al movimento politico Forza Italia, appare indispensabile portare all’attenzione dei lettori quale sia la reale e veritiera ricostruzione della vicenda.

Preliminarmente si intende stigmatizzare la modalità “bizantina” adottata dal componente dell’ufficio di presidenza nazionale di Forza Italia volutamente diretta a screditare la figura del sottoscritto, reo a suo dire, di aver disatteso gli impegni assunti a seguito della propria richiesta di adesione al suddetto movimento politico.

Caro dott., se correva nei suoi pensieri la malsana idea di utilizzare la mia persona come vessillo da poter sventolare e portare in dono a chi, a breve, dovrà decidere sulle sorti delle candidature per le prossime consultazioni politiche -come può intendersi dal tenore delle accuse mosse per il tramite dei citati organi di stampa – la invito a rimuovere definitivamente tale intendimento, posto che il sottoscritto non è bene di scambio, né si è mai prestato, nel corso della sua ventennale militanza politica, ad operazioni di siffatta caratura.

Valga, una volta per tutte, il vero.

Probabilmente ignora che il mio ingresso – o, per meglio intenderci, ritorno in Forza Italia (all’epoca della mia militanza ella era molto probabilmente impegnato su altri fronti rispetto alla sua attuale collocazione) –  era ispirato da più fattori, che, in sintesi, possono di seguito essere così esposti.

In primo luogo l’entusiasmo trasmesso da chi ha visto gli albori, sin dalla prima ora, del partito a livello locale, e a cui doveva essere demandata, su mia espressa condizione, la rifondazione di Forza Italia nel territorio  Casaranese; in secondo luogo la necessità di garantire la presenza a livello comunale di quel partito che, motore della rinascita del centrodestra nazionale, lo vedeva paradossalmente e  scandalosamente, assente alla recente tornata amministrativa; per ultimo, e non da ultimo, le difformità di vedute politiche con i vertici Casaranesi di Direzione Italia.

Ella ha determinato, venendo meno agli impegni assunti con chi avrebbe direttamente curato la ricostruzione, dalle sue ceneri, del partito a Casarano, e al quale avevo offerto tutta la mia collaborazione, la mancata conferma della mia adesione a Forza Italia e la conseguente mia assenza alla conferenza stampa di presentazione dei nuovi ingressi nel partito, peraltro preventivamente comunicata al suo coordinatore provinciale.

Non è pertanto necessario che il sig. Pagliaro si sforzi di fare chiarezza sul punto, posto che le motivazioni che hanno portato al ritiro dell’adesione sono racchiuse in quanto innanzi sinteticamente esposto.

Resta inteso che quanto innanzi potrà, all’occorrenza, essere confermato dai soggetti direttamente interessati alla vicenda.

Da ultimo, e non per ultimo, si contesta al destinatario della presente, che ha ritenuto necessario sbandierare un documento riservato predisposto solo per scopi interni al partito, il chiaro intento di voler screditare la mia persona, ovvero di giustificare il suo fallimento in ordine al mio mancato ingresso  nel medesimo partito, adottando stratagemmi di cattivo gusto e che nulla hanno da condividere con la buona politica.

Giampiero  Marrella
Consigliere comunale Direzione Italia

963 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login