Giuranno: “Spiacevoli aggiornamenti sul servizio mensa”

"C'è ancora da attendere"

Giuranno: “Spiacevoli aggiornamenti sul servizio mensa”

Ieri mattina si è riunita la commissione che si occupa dell’assegnazione del servizio mensa ed ha aperto le buste delle 5 aziende partecipanti.
L’offerta economicamente più vantaggiosa è risultata quella dell’azienda La Fenice S.R.L. di Galatone con un prezzo di 3,55€ a pasto, ma una valutazione dell’offerta tecnica valutata 66 punti.
Seconda classificata CIR food di Reggio Emilia con un pasto da 3,75€ e un’offerta tecnica valutata 73 punti.
Terza classificata la ditta Impegno solidale Coop. Soc. di Ugento con un costo a pasto di 3,56€ e un punteggio tecnico di 59 punti.
Quarta Bavone Loris del Ristorante Mezza Luna di Ugento con un costo a pasto di 3,52€ e un’offerta tecnica valutata con 56 punti.
Ultima classificata la ditta Serico di Grecuccio Fernando di Casarano con un prezzo a pasto di 3,86€ ed una offerta valutata in 65 punti.
L’offerta della ditta La Fenice è risultata, però, anomala nel confronto con le altre offerte in base ai parametri di legge previsti per le offerte tecnico-economiche.
Con circa 3,55€ a pasto la ditta avrebbe dovuto sostenere ben 477.000 euro per il personale, più i costi di gestione, di sicurezza, di trasporto, di utenze, di formazione del personale e, presumibilmente, avrebbe anche dovuto guadagnarci qualcosa. Cosa avrebbero dato da mangiare ai bambini avranno modo di spiegarlo entro 10 giorni lavorativi in cui potranno rispondere ai chiarimenti chiesti dalla commissione. C’è da aggiungere che alcune notizie reperite in internet sulla ditta in questione non sono eccessivamente confortanti.
Verosimilmente l’amministrazione procederà (finalmente?) ad assegnare il servizio in deroga alla ditta che aveva in gestione la mensa lo scorso anno e che, quest’anno, si è classificata ultima sia per l’offerta tecnica che per quella economica.
Perché questa deroga non è stata fatta prima, come a Ruffano dove dal 2 ottobre è stato assegnato il servizio in deroga al vecchio gestore, senza perdere tempo e senza creare disagi a ragazzi, genitori e insegnanti?
A che condizioni accetterà, se accetterà, la Serico? Al vecchio prezzo o con un nuovo contratto basato sulla sua nuova offerta di circa 4€ a pasto? E quanto durerà questo eventuale poco vantaggioso nuovo contratto?

Se tutto andrà bene sarà confermata la mia previsione (terroristica a detta del Sindaco) di inizio servizio a fine ottobre o (più verosimilmente) inizi novembre.

Continuiamo a stare attenti. Sono i nostri bambini e sono i nostri soldi.

Enrico Giuranno
Consigliere comunale M5S

2,506 Visite totali, 2 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login