Marrella: “Le nuove carte d’identità prevedano l’assenso alla donanzione degli organi”

"Progetto ancora fermo"

Marrella: “Le nuove carte d’identità prevedano l’assenso alla donanzione degli organi”

Fornire il proprio assenso alla donazione degli organi in sede di rilascio o rinnovo della carta d’identità? L’Amministrazione dia seguito al progetto del 2015.

A sollecitare il sindaco Gianni Stefàno sulla questione è Giampiero Marrella (Dit), che esattamente due anni fa, da semplice cittadino, propose alla Giunta Stefàno di consentire ai cittadini di divenire potenziali donatori di organi al momento della richiesta del documento di identità.

«È un progetto – dice Marrella – che è assolutamente a costo zero per l’amministrazione comunale, ma che eleverebbe la città da un punto di vista sociale e soprattutto culturale».

Per il consigliere di maggioranza non ci sono scuse che tengano.

«Capisco – aggiunge – che il dissesto ha procurato delle ristrettezze notevoli, però non è assolutamente concepibile che un progetto del genere non sia stato ancora realizzato, nonostante la delibera di Giunta del 30 settembre 2015. Ammesso che debba essere finanziato dal bilancio comunale, stiamo parlando veramente di poche decine di euro. Peraltro, quando proposi l’adesione al progetto, il comune di Casarano era nelle condizioni di essere comune capofila. Oggi, nella provincia di Lecce, ci sono altri dieci comuni che hanno realizzato quanto da me proposto. La sensibilità di un’Amministrazione si misura anche e soprattutto da queste cose».

Per Marrella il momento è propizio, visto che il Comune dovrà obbligatoriamente porre mano ai suoi apparati informatici per realizzare la carta d’identità elettronica.

«In quell’occasione – dice Marrella – si potrà finalmente compiere questo passo di grande civiltà».

Alberto Nutricati
Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 27/10/2017

1,686 Visite totali, 5 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login