Un ponte tra Casarano e la Cina. Sottoscritta una lettera di intenti con la città di Shangqiu

Un ponte tra Casarano e la Cina. Sottoscritta una lettera di intenti con la città di Shangqiu

La recente missione in Cina della delegazione del Comune di Casarano guidata dal Sindaco – Dott. Gianni Stefano si è conclusa con la sottoscrizione di una importante Lettera di intenti, di seguito tradotta, nella quale sono contenuti i principi dai quali partire per costruire un proficuo gemellaggio internazionale.

“Sulla base del principio di uguaglianza e di reciproco vantaggio, Shangqiu e Casarano, attraverso un negoziato amichevole, hanno convenuto di istituire un gemellaggio internazionale tra le città allo scopo di incentivare gli scambi e la cooperazione economica, commercio, scienza e tecnologia, cultura, istruzione e ed altro.”

La missione ha avuto origine dall’invito del Sindaco della città-prefettura di ShangQiu, ubicata nella provincia di Henan, Cina, ufficializzata con deliberazione della Giunta Comunale n. 182 del 17 ottobre u.s.

Alla missione, che si è svolta l’ultima settimana di ottobre, era invitata a partecipare una delegazione di aziende che rappresentano settori importantissimi del tessuto imprenditoriale casaranese: per il calzaturiero, la Leo Shoes, rappresentata da Onofrio Gorga, per l’agroalimentare, la Primoljo con Fernando Primiceri, per l’accoglienza turistica e l’investimento finanziario nel settore immobiliare turistico, Perle di Puglia e InPuglia con Giovanni Barbara.

Per avere una idea dell’importanza e delle opportunità che questo gemellaggio può rappresentare per la Città di Casarano, basta considerare che la città di Shangqiu, è una città-prefettura della provincia di Henan, ricca di storia e cultura, che è stata la prima capitale della dinastia Shang (1600 a.C. – 1046 a.C.), e conta una popolazione di circa 9.150.000 abitanti. Negli ultimi anni il settore industriale ha registrato una crescita notevole, insieme a quello energetico per via delle grandi riserve di carbone presenti nel territorio. I suoi terreni sono molto fertili con circa 800.000 ettari coltivati.

Nel corso della missione, la delegazione casaranese è stata accompagnata a visitare la città antica di Shangqiu, il celebre monumento a Wang Hai, considerato il primo commerciante cinese della storia, e il tempio di Hau Mulan, la leggendaria donna guerriero. Molto significativa è stata la visita all’importante distretto industriale e alle aziende più importanti della contea di Sui Xian, alla presenza della più alta carica del governo locale, Wu Haiyan.

Esprime grande soddisfazione il Sindaco – Dott. Gianni Stefano:

«È motivo di orgoglio il fatto che i cinesi nutrano un grande interesse per l’organizzazione urbanistica delle nostre città e di Casarano in particolare. Quest’ultima è stata già studiata dall’architetto Cao Wei, professionista di fama internazionale, che è stato a Casarano la scorsa primavera e che dovrebbe tornare a ultimare i suoi studi nei prossimi mesi. Abbiamo avuto un proficuo confronto con il Ministero dell’economia a Pechino, dove abbiamo incontrato il responsabile del dipartimento di urbanistica che ci ha confermato l’interesse per l’organizzazione urbanistica dei nostri centri e, più in generale, per lo slow life. Le città cinesi, avendo registrato una crescita esponenziale nel giro di pochi anni, sono organizzate come metropoli, con tutti i disagi che questo crea. Ecco perché in Cina si sta pensando ad uno sviluppo urbanistico alternativo, replicando i modelli di città come Casarano nella pianificazione urbanistica futura, allo scopo di evitare le problematiche delle metropoli. La missione cinese ha avuto risvolti economici molto interessanti. Infatti, la Cina dimostra un grande interesse verso gli imprenditori italiani, sia per le attività svolte che per i prodotti realizzati. Loro guardano con grande favore agli investimenti sul territorio cinese, come sono parimenti interessati all’importazione di prodotti di qualità.
Una cosa che mi ha molto colpito e che ha caratterizzato tutto il periodo di permanenza in Cina è stata l’accoglienza e l’attenzione che le autorità locali hanno riservato alla delegazione casaranese, per questo rivolgo loro tutto il nostro apprezzamento e il più vivo ringraziamento.
Allo stesso modo devo ringraziare il presidente dell’Associazione di Interscambio Italo-Cinese del Salento Shi Hongbo e Alessandro Astore, che mi ha coadiuvato in qualità di tecnico e conoscitore della cultura cinese, i quali con la loro sapiente opera di intermediazione hanno reso possibile che tutto ciò si realizzasse».

Comune di Casarano

2,602 Visite totali, 2 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login