Selfie di una generazione nata dopo il 2000 al Caroli Hotel di Gallipoli con RadioImaginaria

RadioImmaginaria la prima e unica radio di under 18 in Europa

Selfie di una generazione nata dopo il 2000 al Caroli Hotel di Gallipoli con RadioImaginaria

I ragazzi di RadioImmaginaria sempre più protagonisti. Questa volta a “LiberLlibri” al suo secondo appuntamento presso il Caroli Hotel – di Gallipoli che dal 29 novembre al 3 dicembre ha ospitato la rassegna realizzando un evento unico, con incontri con gli autori, laboratori tematici, convegni, concorsi per studenti, e tanto, tanto altro, tra cui ospiti la redazione dei ragazzi di RadioImmaginaria, sempre attivi e presenti sul territorio. Tante le interviste tenutesi a scrittori: P. Aprile, A. D’Ajello, G. Corigliano, A. M. Montinaro, M. Bray, E. Rossi;  registi: E. Winspeare, T. Villaverde, G. Cingolani;  fotografi: Roberto Rocca. RadioImmaginaria si pone come mediatore culturale tra la politica, le istituzioni, gli adulti, nonché le famiglie ma, è soprattutto il mondo degli adolescenti. I ragazzi (quasi tutti di Taviano e paesi limitrofi), sempre pronti a mettersi in gioco argomentando su tematiche che li coinvolgono in prima persona ed  assumendo un ruolo centrale ossia strategico per traghettare il loro linguaggio su argomenti quali: la scuola, l’educazione, l’integrazione, ecc. E’ così che, il linguaggio diventa veicolo di comunicazione. Linguaggio che non può prescindere dal linguaggio della digitalizzazione pertanto conoscenza e comunicazione rappresentano il futuro di una comunità estesa, senza confini, rappresentata – in questo caso –  dalla radio dove i ragazzi interagiscono con ragazzi della loro stessa età. Parlano senza filtri, dando voce alla propria generazione, questa è infatti la missione di RadioImmaginaria la prima e unica radio di under 18 in Europa. Fondata a Castel Guelfo, in provincia di Bologna, nel 2009, da un progetto del bolognese Michele Ferrari, regista, ex fotografo, autore televisivo. Il network che vieta agli adulti di intromettersi nei loro contenuti. Bullismo ed intelligenza artificiale, professioni emergenti e gare di droni, musica e coding, robotica e previdenza, alternanza scuola/lavoro ed Europa: i teen di RadioImmaginaria non temono alcun argomento. I ragazzi attraverso questo canale comunicativo quale la radio, la musica, danno voce alle loro voci, vogliono conquistare il loro spazio ed essere ascoltati, vogliono trovare il modo per influenzare le scelte di chi ci governa. Non vogliono seguire le mode o il facile consenso, ma tracciare la via. Non vogliono accontentarsi di essere follower, ma ambiscono a proporsi come influencer, perché le loro idee e le loro opinioni possono fare la differenza. Questo è il selfie di una generazione nata dopo il 2000.

Lidia Corchia

1,174 Visite totali, 2 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login