Legittimo: “Chiedo al presidente Casciaro di fare un passo indietro”

"Questa presidenza non è più in grado di garantire lo spirito unitario del Comitato"

Legittimo: “Chiedo al presidente Casciaro di fare un passo indietro”

Il Presidente Claudio Casciaro non ricorda che il presidente del Comitato Civico Pro Ferrari altro non è che il portavoce di partiti, associazioni, sindacati e libero cittadini che fanno parte dell’assemblea. Esso è il portavoce di decisioni assunte a maggioranza dai componenti. Nessun potere autonomo ad esso fu attribuito a questa figura dai soci fondatori nella famosa riunione del gabbiotto del 2012. Negli ultimi giorni al contrario il dottore Casciaro ha agito senza curarsi di verificare se le sue determinazioni coincidessero con la volontà dell’assemblea. Ad iniziare dall’impegno preso in Prefettura con la sottoscrizione di un documento nel quale si impegnava a togliere il presidio (che avrebbe necessitato un passaggio in assemblea) per arrivare a ieri sera.

Infatti ieri sera ha letto un documento redatto a penna firmandolo davanti all’assemblea e riponendolo con aria di sfida nella cartelletta per poi abbandonare l’assemblea dopo poco adducendo motivi di lavoro senza mettere il contenuto di questo ai voti. Come dire: “Io sono il Presidente e si fa così”.

Ancora il Comitato nasce per sensibilizzare alla battaglia la città, per organizzare e coordinare momenti di protesta. Esso non ha nessun tipo di riconoscimento istituzionale.

Al netto del contenuto di quel documento, ciò che non va più bene è la presunzione ormai manifesta di essere il presidente e che pertanto si può decidere in autonomia. Per questo motivo considero questa presidenza non più in grado di garantire lo spirito unitario del Comitato, altro pilastro fondante dello stesso, né tanto meno il ruolo di garante di tutte le anime che lo stesso compongono. Dunque a malincuore devo concludere che sarebbe auspicabile un passo indietro del Presidente per il bene del Comitato.

Emanuele Legittimo

2,479 Visite totali, 0 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login