Presentazione di “Pagina Nova” il libro sul “Metodo Ruggiero”

Innovazione didattica sulle lingue Classiche e classe sperimentale al "Rita Levi Montalcini" di Casarano

Presentazione di “Pagina Nova” il libro sul “Metodo Ruggiero”
Giampiero Ruggiero

Giampiero Ruggiero

Parte dal Salento la rivoluzione nell’insegnamento delle lingue classiche. Presentazione
oggi alle 17, nell’aula magna del liceo classico «Rita Levi Montalcini» di Casarano,
per il volume di Giampiero Ruggiero «Pagina nova. Approcci e metodologie innovative
nella didattica delle lingue classiche» (Editrice Salentina, 2018), che contiene in nuce i cardini
del «Metodo Ruggiero». Il libro apre la collana «Dafne», destinata ad accogliere in futuro
tutti i contributi scientifici e di studio inerenti alla cultura classica e alla didattica delle lingue classiche.
Il volume è il primo frutto di un itinerario tracciato a partire dallo scorso anno, quando la Scuola paritaria internazionale San Giovanni Elemosiniere, diretta da Lucia Saracino, ha deciso di dare avvio alla formazione dei docenti per la sperimentazione del nuovo metodo elaborato da Giampiero Ruggiero, docente di latino e greco dello stesso «Montalcini».
Da quest’anno, il liceo, diretto da Monia Casarano, ha dato avvio alla sperimentazione del metodo in una prima classe.
«Il metodo che ho messo a punto – spiega Ruggiero – si prefigge come scopo non solo quello di agevolare, alla luce dei più recenti studi di glottodidattica, l’approccio e l’apprendimento del latino e del greco con strategie più semplici, ma anche di potenziare le competenze linguistiche, in vista di future e possibili certificazioni. Si tratta di un metodo che prevede un approccio comunicativo, grazie al quale gli alunni imparano fin da subito ad ascoltare, comprendere e parlare in latino e
greco, partendo da situazioni concrete o pratiche».
Il «Metodo Ruggiero», che potrebbe rivoluzionare l’insegnamento delle lingue classiche, si
basa su una metodologia induttiva che privilegia l’uso della lingua per arrivare gradualmente,
attraverso la riflessione linguistica, alla regola grammaticale e alla sua acquisizione; sull’apprendimento rapido e veloce delle lingue attraverso lo snellimento della teoria grammaticale; sull’utilizzo di una grammatica illustrata con supporti audio-visivi; sull’accesso anticipato ai testi letterari e d’autore per un apprendimento contestualizzato e diretto della lingua; sull’utilizzo della lingua per la conversazione, la comprensione e la spiegazione; sulla possibilità di poter usufruire di un testo con Cd operativo fornito gratuitamente dalla scuola.
Oltre all’autore, interverranno Marco Ricucci, docente e dottore di ricerca all’Università di Udine e membro del gruppo di lavoro per la certificazione delle competenze di lingua latina dell’Ufficio scolastico regionale Lombardia e Alberto Nutricati, giornalista della «Gazzetta» e saggista.
Domani, dalle 14.30 alle 16.30, ancora una volta nell’aula magna del «Montalcini», Ricucci terrà un incontro di formazione per docenti sulla didattica del latino per gli studenti con disturbo specifico di apprendimento (dsa). Ricucci, che vanta all’attivo articoli pubblicati su riviste specializzate e miscellanee accademiche, si occupa, tra le altre cose, di didattica delle lingue classiche per studenti con dsa.

Da La Gazzetta del Mezzogiorno del 29/01/2018

2,056 Visite totali, 6 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login