Casarano Libera interviene sugli episodi intimidatori verificatisi nella notte tra mercoledì e giovedì

Sono stati 13 i colpi complessivamente esplosi ai danni di due attività commerciali e un'auto

Casarano Libera interviene sugli episodi intimidatori verificatisi nella notte tra mercoledì e giovedì

Ancora una volta Casarano è costretta a svegliarsi sotto i colpi di fucile durante il faticoso e singhiozzante tentativo di recuperare un quieto vivere.

Dalla stampa e dai social, più che dal chiacchiericcio reale, arrivano le conferme di quanto accaduto. Due criminali attraversano la Città lasciando tracce di intimidazione e paura sul loro percorso.

È da troppo tempo che questo tipo di episodi si ripetono a Casarano con una certa regolarità e questo ci induce a pensare ad un territorio in precarissimo equilibrio fra la legalità e il baratro della criminalità di natura organizzata e mafiosa. In questa lotta, non si può accettare nessuna forma di titubanza e di compromesso. La cittadinanza di Casarano ripudia e deve ripudiare ogni forma di contatto con il crimine.

A Casarano abbiamo imparato, ahinoi!, a conoscere anche gli aspetti apparentemente più morbidi e avvolgenti del male mafioso, quelle manifestazioni criminali che sembrerebbero produrre immediati effetti benefici alla nostra Comunità (il “welfare mafioso” è stato giustamente definito); ragion per cui non possiamo più nemmeno aggrapparci alle facili scusanti di essere “impreparati” da questo punto di vista.

Oggi, purtroppo, noi a Casarano sappiamo che ogni centimetro ceduto anche a questi atteggiamenti “soft” della criminalità è pura connivenza e condivisione!

Le fucilate della scorsa notte hanno in sé un altro aspetto terribile, oltre alla loro oggettiva drammaticità: sono state rivolte a imprenditori, cioè al tessuto sociale che più di ogni altro sta lottando per venire fuori da una crisi drammatica.

Se la criminalità riuscisse a infiltrarsi fra le nostre imprese, sarebbe un cancro doppiamente letale, un ultimo, definitivo avvelenamento dei pozzi d’acqua con conseguenze difficilmente prevedibili per le prospettive della nostra Città.

Per queste motivo, in particolare, come cittadini, chiediamo un ulteriore sforzo alle forze dell’ordine per vigilare e prevenire ogni possibile ritorno di poteri oscuri; alla Prefettura chiediamo di proseguire sull’attenzione e sulla sensibilità dimostrate appoggiando la seduta del Consiglio Comunale monotematico in conseguenza dell’omicidio Potenza ed esortiamo la Prefettura stessa ad accelerare i provvedimenti in essere per contribuire a sradicare nel minor tempo possibile, ogni tentativo di riemersione criminale.

Noi, cittadini di Casarano, abbiamo il dovere di partecipare alla vita sociale politica della città con continuità e condivisione assumendoci le responsabilità che ci competono, perché in tanti possiamo fare quello che da soli è impossibile fare.

Comitato Casarano Libera
Il Portavoce Marco Mazzeo

14,289 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login