Il consiglio comunale dei ragazzi torna a riunirsi. Tante le novità

Il nuovo vicesindaco è Flavia Rausa

Il consiglio comunale dei ragazzi torna a riunirsi. Tante le novità

Giovedì pomeriggio, in un’aula consiliare gremita, si è svolto un interessante Consiglio Comunale dei Ragazzi. Era presente il Sindaco di Casarano Dottor Gianni Stefano e l’Assessore delegato Avv. Laura Parrotta. L’ordine del giorno presentava argomenti assai importanti, dalla sostituzione del vicesindaco di ragazzi, all’adesione alla giornata della memoria e dell’impegno di Foggia del 21 marzo, all’adesione al progetto Unicef “Città amiche dei bambini e degli adolescenti” e le Olimpiadi dell’Amicizia del 12 aprile prossimo. Ad inizio lavori il Sindaco di Casarano ha donato al Sindaco dei Ragazzi, con un gesto di grande valore simbolico, la Costituzione Italiana. Quella stessa Costituzione che il Professore Onida, già presidente della Corte Costituzionale, l’8 marzo scorso aveva donato al Sindaco e quindi alla Città di Casarano. Il Sindaco dei Ragazzi Giuseppe Muscella dopo aver introdotto i lavori e salutato il nuovo vice sindaco dei ragazzi Flavia Rausa, ha lasciato spazio ai numerosi interventi sugli argomenti all’ordine del giorno, primo tra tutti quello di Francesco Toma, precedente Sindaco. Sono stati interventi molto partecipati, che hanno fatto emergere molti spunti di riflessione. La Città di Casarano quest’anno, dopo un periodo di assenza, torna a partecipare alla giornata della memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, proprio con la presenza attiva del Consiglio Comunale dei Ragazzi. Questo aspetto è stato sottolineato anche negli interventi. I Ragazzi, infatti, hanno affermato di voler portare con la propria presenza il sostegno a quanti vivono nella paura, nel pericolo e nelle difficoltà. Hanno voluto affermare ad alta voce: non abbiamo paura!!! In uno degli interventi è stato detto: “il problema della mafia non riguarda solo i politici o le forze dell’ordine. Riguarda tutti noi. È un problema che nasce da situazioni morali, sociali, di difficoltà, a cui assistiamo ogni giorno e che a volte si fa finta di non vedere. Ci chiudiamo gli occhi e le orecchie e andiamo avanti nella nostra finta convinzione che vada tutto bene.” Anche sul punto relativo all’adesione al progetto Unicef “Città amiche dei bambini e degli adolescenti” gli interventi sono andati molto in profondità, sono stati toccati temi quali: i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza contro la discriminazione, il diritto alla vita, il diritto all’ascolto e alla partecipazione. Le Olimpiadi dell’amicizia, all’ordine del giorno, sono state l’occasione per sottolineare che lo sport è un linguaggio universale che supera le differenze culturali, religiose, sociali e linguistiche. Questi concetti sono stati espressi utilizzando la metafora del pallone: “Dove c’è un pallone ci sarà sempre qualcuno che vuole giocare. Al pallone non importa se sei grande o piccolo, qual è la tua religione, com’è fatta la tua famiglia. Non interessa il colore della tua pelle e da dove vieni.”

A conclusione alcune brevi riflessioni dell’assessore Avv. Laura Parrotta: “Sono molto soddisfatta della partecipazione attiva dei ragazzi di tutti gli istituti comprensivi di Casarano a questo progetto di crescita culturale e sociale che si concretizza con l’esperienza del consiglio comunale dei ragazzi. In questi anni ho potuto riscontrare un grande impegno e degli ottimi risultati. Anche in questo consiglio comunale, i ragazzi hanno fornito a noi adulti importanti spunti di riflessione e grandi insegnamenti. Ringrazio tutti ragazzi, le loro famiglie, i dirigenti scolastici e i referenti scolastici, i quali, tutti insieme, stanno permettendo e contribuendo a questo percorso di crescita di coloro che sono la nostra società del futuro.”

Casarano, 17.03.2018
Comune di Casarano
Comunicazione Istituzionale

1,485 Visite totali, 6 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login