Aumenta la tassa sui rifiuti e insorge la minoranza

Stabiliti aumenti sino all’1% per le utenze domestiche e sino al 4,5 % per quelle non domestiche

Aumenta la tassa sui rifiuti e insorge la minoranza

La maggioranza Stefano ha approvato nello scorso Consiglio comunale il Piano Economico Finanziario che determina le tariffe TARI per l’anno 2018 (tassa sui rifiuti), aumentandone il costo a carico dei cittadini e degli operatori commerciali.

L’aumento medio della tariffa, rispetto al 2017, sarà sino all’1% per le utenze domestiche, addirittura del 4,5 % in media per quelle non domestiche (uffici, negozi, studi professionali, attività commerciali, etc.), gravando ulteriormente su chi già vive una difficile situazione economica.

Noi consiglieri di minoranza ci siamo opposti inutilmente all’aumento della tassa, in quanto è paradossale che questo avvenga, nonostante i buoni livelli di raccolta differenziata raggiunti grazie alla diligenza dei nostri concittadini.

Nonostante ciò, invece, si continuano ad avere costi altissimi di conferimento, che denunciano una mancata verifica dell’amministrazione sulla raccolta.

Un ulteriore e colpevole mancato controllo da parte dell’amministrazione permette a circa un terzo dei cittadini di evadere la tassa sui rifiuti.

Vogliamo, pertanto,  denunciare alla cittadinanza una “disattenta” gestione della tariffa sui rifiuti che fa  aumentare i costi e diminuire i ricavi, ad ingiusto danno dei cittadini diligenti che sono costretti a pagare anche per gli altri.

Denunciamo, infine, una politica che nuovamente non prevede di premiare quei tanti cittadini virtuosi che meglio (differenziando) e meno (es. compostaggio) producono rifiuti.

Ringraziamo, pertanto, l’amministrazione Comunale per il “regalo di Pasqua” offerto a tutti i concittadini.

I consiglieri comunali

Mauro Memmi

Umberto Totaro

Attilio De Marco

Luigi Bartolomeo

2,822 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login