Festeggiamo il compleanno di Eugenio con un pensiero sulla vita di Paolo Argnani

"La verità e la giustizia non possono essere ignorate, non si possono fuggire, sorvolare, delegare, senza poi pagare il prezzo della paura"

Festeggiamo il compleanno di Eugenio con un pensiero sulla vita di Paolo Argnani

Caro signor giudice, mi scusi l’ardire, ma le sembrava il caso? Non pensa di aver esagerato un pochino? Tirar la veste del Papa per giustificare la propria tesi di accanimento e poi, dopo l’autorevole smentita, girarsi dall’altra parte, lasciando i segni delle ditate sulla stoffa immacolata! Ci ripensi, mostri un po’ di sensibilità! Cos’ha al posto del cuore? Mica deve arbitrare la Juve contro il Real!

Alfie è un bambino piccino, piccino, malato di “non si sa che cosa” da cui i medici dicono che non si possa guarire; ciononostante è pieno di bene, donato e ricevuto. Non lo si può guarire, ma averne cura, finché la vita si compia a modo suo, senza stroncature d’ufficio od ostinati trascinamenti.

Capisco vostro onore, in mancanza di criteri oggettivi è difficile distinguere se Benatiá “irrompe abilmente” o “travolge violentemente” l’avversario, figurarsi dover decidere se la vita di Alfie è un bene o un male. Non è colpa vostra, se vi trovate a sentenziare su cose più grandi di voi, di noi e di tutti!

Non mi accusi di oltraggio alla corte se la invito a reimparare a giudicare, e magari a scoprire se non esistano veramente dei criteri oggettivi con cui paragonare tutto quanto.

Credo non basti un test, un concorso, una buona referenza, per rendere un uomo capace di giudizio, ma credo anche che un giudizio sia necessario e inevitabile per chiunque. Per sentirsi liberi, la verità e la giustizia non possono essere ignorate, non si possono fuggire, sorvolare, delegare, senza poi pagare il prezzo della paura. Lo sapeva bene la moglie di Pilato, ma lui …

Oltre ai libri, alle leggi e ai codici, c’è la vita, le esperienze vissute, c’è il dolore e le sofferenze accettate con coraggio … e scandalosamente con letizia.

Non c’è in palio solo una semifinale di Champions, ne va della nostra vita!

Da parte mia … accompagnerò Alfie, i suoi giovani genitori e tutte le numerose amicizie nate attorno alla sua “inutile vita”, con una preghiera ed una oggettiva gratitudine.

Paolo Argnani

849 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login