Video sorvegianza e fototrappole: qualcosa di muove

La fototrappola in dotazione alla polizia municipale rubata da circa un mese

Video sorvegianza e fototrappole: qualcosa di muove
Si è svolta questa mattina, su sollecitazione del M5S, la prima riunione della commissione consiliare “per fini di controllo, di indagine, di inchiesta e studio”.
È l’unica commissione la cui presidenza, da statuto, spetta alla minoranza ed è quindi stato eletto all’unanimità il Consigliere 5 Stelle Enrico Giuranno.

Il tema che avevamo proposto per la prima riunione è stato quello della sicurezza e del decoro garantito dal sistema di videosorveglianza costatoci circa 300.000 euro e dalle foto trappole che in molti comuni stanno dando ottimi risultati.

Il sistema di video sorveglianza ha funzionato poco e male da quando è stato installato e solo ora una nuova ditta (che ci costa altri 10mila euro) sta provando a porre dei rimedi.
L’amministrazione su proposta della Commissione si è impegnata finalmente a valutare le relazioni degli uffici anche rispetto al contratto per valutare le eventuali responsabilità tecniche del mancato funzionamento.

Il comandante dei vigili ha informato la commissione che la fototrappola in dotazione alla polizia municipale è stata rubata circa un mese fa: questo furto paradossale si somma ad altri furti di strumentazione per la sicurezza avvenuti negli ultimi periodi in Città.
Convinti dell’efficacia di tale strumento si è deciso di predisporre un’indagine di mercato per acquistare delle nuove foto-trappole e contestualmente a redigere una delibera di adeguamento delle sanzioni, affinché almeno una parte delle multe per discarica abusiva possano restare al nostro comune e non siano tutte girate all’ente Provincia.

Il Movimento 5 Stelle continuerà a vigilare affinché gli impegni assunti oggi in commissione, si trasformino in azioni concrete per il bene della Città.

Movimento 5 Stelle

1,036 Visite totali, 6 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login