Il tempio delle fole: in scena l’antico dramma dell’uomo moderno

L’uomo sofocleo si scontra col fato che gli è avverso e contro il quale è destinato a perdere

Il tempio delle fole: in scena l’antico dramma dell’uomo moderno

“Non dire felice uomo mortale, prima che abbia varcato il termine della vita senza aver patito dolore.” 

Questo il monito di Sofocle nella tragedia greca messa in scena – sabato 28 aprile – nel suggestivo chiostro del castello baronale di Collepasso dalla compagnia teatrale diretta dal giovane regista salentino Roberto Marius Treglia. La rassegna intitolata “Il tempio delle fole” continuerà fino al 20 maggio con 20 spettacoli – Edipo re e Antigone – in scena nei weekend (dal giovedì alla domenica), alle ore 20.30. La scenografia è realizzata ad hoc, con personaggi in azione in un ambiente in continua trasformazione e la recitazione frammista al canto e alla danza.

Da questo scenario prende le mosse la successione temporale narrativa concatenata durante la quale Edipo Re, appare da subito determinato a conoscere la sua identità e non arretra dinanzi al rischio di scoprire qualcosa di terribile, tant’è che continua impavido nella sua ricerca. La tragedia si pone al confine tra umano e divino. L’uomo sofocleo si scontra col fato che gli è avverso e contro il quale è destinato a perdere. Quella di Edipo è la tragedia che è anche il dramma di ogni uomo moderno. L’uomo che non si arrende alle circostanze, ma lotta affermando la propria dignità e mostrando il proprio valore nelle scelte. Ma la convinzione di avere sotto controllo la propria vita e le conseguenze delle proprie azioni non sono altro che illusione.

Ricordiamo che, secondo l’interpretazione freudiana, il mito greco non è che un simbolo delle violente passioni che agitano l’uomo.

Egli, infatti, in psicoanalisi prese le mosse dalla tragedia greca, coniando il termine ‘complesso edipico” e per le bambine Jung utilizzerà l’espressione “complesso di Elettra”.

A Roberto Marius Treglia e a tutto il cast, immedesimatosi nei rispettivi personaggi dell’antica Grecia, va il nostro plauso.

Lidia Corchia

1,473 Visite totali, 9 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login