“Il Presidente del Consiglio comunale non scherza con i regolamenti”: la replica di Vizzino ai 5Stelle

I Regolamenti una volta approvati non diventano lettera morta né possono essere aggirati come dei contratti di natura privata e personale

“Il Presidente del Consiglio comunale non scherza con i regolamenti”: la replica di Vizzino ai 5Stelle

Il Consiglio Comunale in data 15 dicembre 2017 ha approvato con delibera numero 65, il regolamento “PER LE VIDEORIPRESE, LA TRASMISSIONE E L’ARCHIVIAZIONE DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE”, peraltro con il voto favorevole dello stesso Consigliere Giuranno, portavoce del M5S, che espresse persino soddisfazione.

Pertanto, leggere oggi, un comunicato di stampo tragicomico che manipola la realtà, con l’unico scopo di denigrare la maggioranza e il Presidente del Consiglio, appare sconcertante.

Il regolamento, contempla la richiesta al Presidente del Consiglio comunale, da parte di chiunque voglia effettuare riprese in diretta o videoriprese all’interno dell’Assise. Dunque, riporta alla discrezione della Presidenza, seppur disciplinata, l’eventuale autorizzazione o diniego.

Dal momento in cui è stato approvato il regolamento, ho puntualmente autorizzato le istanze pervenutemi da parte di organi di stampa o movimenti politici che ne abbiano fatto richiesta.

Ma, in data 15 febbraio, durante il Consiglio Comunale, il consigliere Giuranno, si presenta di fronte al mio banco mentre presiedo la seduta e sovraintendo lo svolgimento dei lavori, e mi chiede di firmare l’autorizzazione poiché si era scordato di protocollare la richiesta per la seduta in corso.

Malgrado la richiesta dovesse pervenire come da regolamento nei 3 giorni antecedente, per l’integrità e disponibilità che mi contraddistinguono ho autorizzato tale richiesta, mosso dall’unico sentimento di garantire il diritto di chiunque chieda di interessarsi ai lavori del Consiglio Comunale.

Ma nella richiesta di autorizzazione presentatami precipitosamente si chiedeva l’autorizzazione -cito testualmente- “dei prossimi consigli comunali”.

Tale richiesta di autorizzazione contravviene palesemente al regolamento.

Orbene, cosa si intende con la vaga espressione “dei prossimi Consigli Comunali”?

Nell’art. 2 comma 4 si prevede che “ I soggetti terzi, esterni all’ente, che operano per conto di testate giornalistiche e/o emittenti televisive nonché soggetti portatori di interessi diffusi, che per motivi di cronaca e/o informazione – vorranno eseguire videoriprese durante le sedute pubbliche del Consiglio, dovranno presentare apposita richiesta almeno entro tre giorni lavorativi antecedenti la seduta del Consiglio nella quale dovranno essere chiaramente evidenziati: – modalità delle riprese; – finalità perseguite; – modalità di trasmissione (radiotelevisiva, web, diretta, differita). Tale richiesta dovrà essere indirizzata al Presidente del Consiglio comunale, datata e presentata direttamente all’ufficio protocollo del Comune di Casarano.”

Dunque, nessuna “UNICA APPROVAZIONE” per tutti i Consigli comunali è consentita dal regolamento che lo stesso consigliere ha approvato.

Inoltre, i regolamenti una volta approvati non diventano lettera morta né possono essere aggirati come dei contratti di natura privata e personale.

Pertanto questa Presidenza è disponibile ad autorizzare, come fatto sino ad oggi, qualsivoglia richiesta a condizione che essa avvenga nel rispetto delle norme per garantire le finalità di trasparenza, pubblicità e partecipazione.

Fermo restando che il Comune di Casarano, attraverso la pagina Facebook istituzionale, si impegna già a fornire la diretta streaming dei lavori garantendo tale servizio in maniera efficace.

Mi spiace constatare ancora una volta, come il Movimento 5 stelle della nostra Città, continui a scagliarsi contro questa Presidenza deridendo la mia persona e la funzione istituzionale che rappresento, con fotomontaggi e virgolettati, e continui a strumentalizzare ogni vicenda per screditare propagandisticamente la maggioranza, peraltro proprio nel periodo in cui a livello nazionale, il Movimento 5 stelle stia quantomeno cercando di lasciare da parte gli estremismi da campagna elettorale, per darsi un’immagine istituzionale apparentemente consona ai ruoli di governo che potrebbero assumere. Sarebbe forse opportuno che anche a livello locale, considerato che la prossima campagna elettorale è abbastanza lontana, si abbandonino le “boutade” da teatro, per cercare, per quanto possibile di contribuire costruttivamente al lavoro che stiamo svolgendo per la nostra città.

Al consigliere Giuranno inoltre, tengo a ricordare che quella del consigliere Vizzino non è frutto di una nomina né di “equilibri di poltrona”, ma è il risultato di un’elezione, con il voto favorevole di 12 Consiglieri Comunali.

 

Casarano, 14.05.2018

Il Presidente del Consiglio Comunale – Alberto Vizzino

1,537 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login