Il Comitato Casarano Libera esprime apprezzamento per l’appello lanciato dal Prefetto e rilancia sul Protocollo d’intesa tra Comune e Prefettura

"Non possiamo che accogliere con grande fiducia e sostegno il monito che il Prefetto Palomba lancia alla politica, esortandola ad assumere posizioni granitiche contro ogni forma di debolezza nei confronti del crimine"

Il Comitato Casarano Libera esprime apprezzamento per l’appello lanciato dal Prefetto e rilancia sul Protocollo d’intesa tra Comune e Prefettura

La politica non può e non deve prescindere dall’etica.

Condividiamo pienamente l’appello ad una selezione più accurata della classe dirigente lanciato dal Prefetto S.E. Claudio Palomba allo scopo di evitare infiltrazioni mafiose nelle amministrazioni.

Marco Mazzeo, portavoce del Comitato Casarano LIbera nel Consiglio del 16 novembre 2016 – Foto di Giovanni De Micheli

Il fenomeno della criminalità, riflettendoci freddamente, è irrazionale ed illogico. Una piccola, sparuta parte di una Comunità riesce a piegare, determinandone le scelte, la maggioranza. Ciò con l’uso della forza e dell’intimidazione. Non tutti sono eroi, e non sarebbe nemmeno giusto pretenderlo, a maggior ragione occorre creare un fronte, largo e comune, di quella maggioranza che, stando alle parole del Prefetto Palomba, è “veramente tanta e davvero tanta“ parte della società che “vuole correttezza, regole e legalità”.

Nella medesima intervista il Prefetto denuncia un aspetto sociale che più volte abbiamo sottolineato e fatto emergere: la straordinaria pericolosità delle connessioni che potrebbero verificarsi fra criminalità, politica e imprenditoria. L’inquinamento mafioso dell’imprenditoria e della politica, lo ribadiamo, sarebbe un letale avvelenamento dei pozzi d’acqua per quella maggioranza che vuole ed ha diritto di avere una società limpida.

Non possiamo che accogliere con grande fiducia e sostegno il monito che il Prefetto Palomba lancia alla politica, esortandola ad assumere posizioni granitiche contro ogni forma di debolezza nei confronti del crimine. Se per noi cittadini la Politica è lo strumento per governare bene e provvedere alla felicità delle persone, per il crimine la politica è semplicemente un mezzo, la scorciatoia per aumentare la propria nefasta influenza, null’altro; e se la politica si piega a ciò, diventa essa stessa criminale, non ci sono altre definizioni.

L’appello del Prefetto risulta straordinariamente importante anche per un altro motivo.

In particolare, per quanto concerne le vicende di Casarano, invitiamo il Prefetto a mantenere questa sua pozione di presidio dei sani principi e, in merito a ciò, cogliamo l’occasione per invitarlo ad accelerare nel concludere l’ottima proposta che lanciò durante il Consiglio Comunale monotematico del 16 novembre 2016 in cui propose la realizzazione di un protocollo d’intesa fra Prefettura e Comune per setacciare e monitorare in tempo reale i movimenti nel settore delle attività commerciali e imprenditoriali del Comune.

A quasi due anni da quel Consiglio, riteniamo che un siffatto strumento, annunciato come imminente già nel 2016, possa davvero essere di straordinaria utilità a prevenire, o comunque seguire, le possibili infiltrazioni della criminalità perché, come lo stesso Prefetto dichiara, “dove c’è il denaro dobbiamo aprire gli occhi, tutti”.

 

Comitato Casarano Libera
Il portavoce Marco Mazzeo

5,237 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login