Vincenzo Mollica si racconta prima che…

Mollica: "La vita è degna di essere vissuta perché è bello vivere facendo bene le proprie cose, il proprio lavoro"

Vincenzo Mollica si racconta prima che…

Due sono i personaggi, uno in carne ed ossa, noto critico televisivo Vincenzo Mollica, l’altro in sagoma cartonata Vincenzo Paperica che – ieri 27 luglio, sul sagrato della chiesa di San Martino a Taviano –  in un’atmosfera suggestiva, dinanzi ad un pubblico ipnotizzato, dalla sua figura, dal suo tono di voce, ma soprattutto da quel sottile senso dell’humor che solo le intelligenze più raffinate possiedono, racconta parte della sua vita, tra ricordi ed emozioni personali e del mondo dello spettacolo. Con il suo Talk Show prima che mi dimentichi di tutto” apre simpaticamente un lungo e divertente monologo con il quale ha ripercorso quasi quarant’anni di carriera giornalistica – da 30 anni al Tg Uno, cura la rubrica Do re ciak gulp. Si racconta, e dice di sé, della sua passione di bambino per riviste e libri.  A braccio ha raccontato della sua vita vissuta a stretto contatto con i più celebri personaggi del mondo della canzone, del cinema, della tv, della radio, dei fumetti e delle amicizie che lo segnano come quella con Oriana Fallaci, Alda Merini, Federico Fellini, Marcello Mastroianni e tanti altri, tra cui divertenti aneddoti mostrando le immagini della bizzarra intervista a Roberto Benigni appollaiato sulle sue spalle. Tra un ricordo e un aneddoto, c’è stato un fil rouge – con parole e musiche di Alessandra Merico e Giovanna Perna – che si è intrecciato con il lungo e interessante racconto. E’ così che ha preso il via il “Premio Sipari di Periferia” progetto triennale vincitore del bando Attività Culturali della Regione Puglia in partnership con il Premio Nazionale Calandra di Tuglie. Promotore della rassegna il Comune di Taviano insieme alla dott.ssa Chiara Eleonora Coppola project manager/coordinatrice dei progetti. Nel corso della serata c’è stata l’inaugurazione alla presenza del sindaco Giuseppe Tanisi – nel Palazzo Marchese del Comune di Taviano – della mostra “Scarabocchi in libera uscita” produzione fumettistica dello stesso Mollica che lo vede Presidente di giuria. La mostra rimarrà aperta sino al 10 agosto.
La “conversazione” come la definisce lui unitamente alla mostra ci hanno rivelato un Vincenzo Mollica ironico ed al contempo autoironico che dal sagrato manda un messaggio di affetto a sua figlia Caterina e di amore a sua moglie Rosa Maria alla quale – preso da un impeto testamentario – dà disposizione che per rallegrare il cimitero che lo ospiterà sulla lapide vuole un primo piano di Paperica con la seguente dicitura: “Qui giace Vincenzo Paperica che tra gli umani fu Mollica”».

A conclusione, il suo monito la vita è degna di essere vissuta perché è bello vivere facendo bene le proprie cose, il proprio lavoro. Questo è Vincenzo Mollica, questo è Vincenzo Paperica. A proposito… andate a visitare la mostra dei suoi fumetti.

Lidia Corchia

2,374 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login