Luigi “Grechi” De Gregori a Taviano

Appuntamento mercoledì 8 agosto alle 21.

Luigi “Grechi” De Gregori a Taviano

TAVIANO – A Girodicorte – Rassegna Culturale appuntamento con un grande cantautore.

Fratello di Francesco De Gregori, Luigi “Grechi” è del tutto disinteressato alle mode e inguaribilmente attratto dalla musica dal vivo più che dalle sale di registrazione dobbiamo attendere qualche anno per la pubblicazione del suo primo album “Accusato di libertà“ (PDU 1975). E di libertà Grechi dimostrava veramente di intendersene parecchio: lo troviamo infatti in quegli anni a suonare in giro per festival alternativi e radio libere, locali e cantine: si dice, anche, a leggere i Tarocchi ai passanti e a viaggiare su giù per l’Italia, l’Irlanda, gli Stati Uniti. A Milano fa anche il bibliotecario, come già suo padre e suo nonno, ma questo non gli impedisce di continuare a suonare e ad incidere brani corrosivi e spiazzanti come “Elogio del tabacco“ o “Il mio cappotto“, splendidi esempi di discografia non allineata che, seppur lontanissimi dalla hit parade cominciano a procurargli stima e attenzione da parte di un pubblico di nicchia dal palato fine.

Verso la fine degli anni ottanta lo troviamo con qualche disco in più all’attivo e con l’attività di bibliotecario ormai alle spalle. È di questo periodo “Il Bandito e il Campione”, brano portato al successo dal fratello Francesco De Gregori (Grechi, per chi non lo sapesse, è un “nom de plume”), grazie al quale Luigi Grechi si aggiudica il Premio Tenco a Sanremo nel 1993 per la miglior canzone dell’anno. Passato dalla PDU alla Sony continua ad incidere “Dromomania”, “Azzardo” “Girardengo e altre storie”, “Cosivalavita” e poi “Pastore di Nuvole” e infine “Angeli e Fantasmi”, il suo ultimo ispirato lavoro. L’accusa di libertà continua a pendere sul suo capo.

Partecipa a festival itineranti con i poeti della beat generation, accompagna alla chitarra Lawrence Ferlinghetti, torna negli Stati Uniti a suonare coi suoi amici Peter Rowan e Tom Russell, si avventura nei canyons del West e, con identico impegno e passione, per le autostrade italiane.

Quando ha tempo vive in Umbria tra la pianura e le colline.

Appuntamento mercoledì 8 agosto dalle 21 in Corte Melica a Taviano (Le).

468 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login