Le “parole cucite col cuore” del poeta Cosimo Russo

La silloge poetica di Russo sarà presentata nel Museo archeologico di Ugento martedì 25 settembre

 Le “parole cucite col cuore” del poeta Cosimo Russo

Cosimo Russo, Per poco tempo, Manni 2017
Intorno a un libro… sentirsi comunità ”, scrive Cristina Martinelli, responsabile dei  presidi del libro di Casarano, nel proporre insieme al comune di Ugento, un incontro sulla poesia di Cosimo Russo il prossimo 25 settembre presso il Nuovo museo archeologico.

“Parole cucite col cuore”, quelle del poeta Cosimo Russo, Pagine  cariche  di pregnanza emotiva, nella continua ricerca dell’essenzialità e dell’esaustività di significato. II suoi versi, raccolti nella silloge  Per poco tempo (Manni, 2017), sono sempre originati dal suo intimo sentire nel cogliere la bellezza dei luoghi, di momenti e situazioni, nel “cantare le cose della vita”.
Con pochissimi versi, sorprendentemente pochi, si puo fare vera poesia – scrive  Mauro  Marino – poiché in quel poco c’è l’intero, l’eterno-pieno- a significare, a lasciare senso allo stupore. Così la pagina diventa un regale spreco con tutto quel bianco che accoglie e custodisce il verso”. Connotazioni che il lettore coglie subito e fa proprie alla prima lettura dei suoi componimenti che, “apparentemente non curati” privilegiano la forza espressiva del contenuto agli accorgimenti esteriori (Enrico Longo). Una profondità di sentimenti che riportando al pensiero filosofico, ha spinto la critica a interrogarsi ancora una volta sul significato del fare poesia, sul suo valore e sulla sua funzione oggi. Mentre si attende la prossima pubblicazione di inediti, intanto, le sue liriche, fortemente legate ai luoghi del vissuto, continuano a vivere affisse alla stazione di Finibusterrae, al faro o al piazzale del Santuario, in tutta la loro intensità  espressiva, non solo sulla pagina scritta.

Antonio Lupo

1,032 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login