Macchitella e Torsello: “Da Fracasso e Marrella solo attacchi personali. Escano allo scoperto e dicano da che parte stanno”

"È evidente che si utilizza il simbolo del Movimento per dare parvenza politica ad un attacco che ha motivazioni e fini personali e non certo di utilità pubblica"

Macchitella e Torsello: “Da Fracasso e Marrella solo attacchi personali. Escano allo scoperto e dicano da che parte stanno”

I partiti hanno smesso di essere punto di riferimento della vita politica e sociale delle comunità, perché troppo spesso finiscono per essere arene di confronti personali, privi di interesse per i cittadini. Tuttavia non possiamo esimerci dal rendere noto che è stata convocata una conferenza stampa a nome del CDC, senza neppure informare i suoi rappresentanti istituzionali. È evidente che si utilizza il simbolo del Movimento per dare parvenza politica ad un attacco che ha motivazioni e fini personali e non certo di utilità pubblica. Le notizie diffuse sull’operato della maggioranza sono infondate e l’intento di screditarla a tutti i costi è così maldestro che bene farebbero gli autori di queste continue incursioni a uscire allo scoperto e smettere di nascondersi dietro un dito. È noto che Fracasso e Marrella militano in Puglia Popolare e che hanno tentato di tesserare gli amici del CDC in quel partito, come se fossero un unicum. Ma è arrivato il momento di fare le dovute differenze e chiarire le rispettive posizioni: il CDC e Puglia Popolare hanno stretto un accordo elettorale che consisteva nell’ospitare due iscritti a Puglia Popolare nella lista del CDC, fatte salve le reciproche identità e differenze. Oggi, è noto che Puglia Popolare, a partire dalle elezioni provinciali sino alla presenza in giunta regionale del suo esponente di spicco, è schierata con il PD e affiancherà Emiliano nelle prossime elezioni regionali. Fracasso ha ormai chiaramente abbracciato la linea del partito di cui è vice segretario provinciale, ma non può più pensare di mantenere l’ambiguità di linea e di condotta politica tenuta sino ad oggi con il governo cittadino. Così anche il consigliere Marrella dovrebbe avere il coraggio e la coerenza di fare chiarezza e dire da che parte sta. Noi riteniamo che la storia recente di Casarano non ci consenta ambiguità di sorta e quali esponenti del CDC, come già abbiamo fatto nell’ultima assemblea del Movimento, ribadiamo la nostra volontà di rimanere movimento cittadino indipendente, integrato in una coalizione di centro destra a fianco del Sindaco Stefano, sino a quando riterremo di condividerne programmi, obiettivi e risultati. Soprattutto prendiamo le dovute distanze da chi riteniamo essere fautore e responsabile delle sorti del nostro Ospedale. Al padre nobile del Movimento Claudio Casciaro, che ha ritenuto di fare un passo indietro rispetto alla vita politica attiva in quanto presidente del Comitato Civico “Pro Ferrari”, chiediamo se può acconsentire così a cuor leggero che del Movimento da lui fondato possa anche solo dubitarsi da che parte stia. E come pensa che la prenderanno i cittadini che compongono il Comitato sapendo che alle loro spalle stanno avvenendo accordi di bassa lega, che nulla hanno a che vedere con il bene della nostra città?

Il consigliere e capo gruppo del CDC Antonio Torsello
L’assessore del CDC Matilde Macchitella

648 Visite totali, 3 visite odierne

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login