Contrasto all’abbandono rifiuti: Il primo bilancio della commissione provinciale tra videosorveglianza e controlli sulle strade

Si è riunita oggi la seconda Commissione consiliare della Provincia di Lecce sull’emergenza abbandono rifiuti sul territorio salentino

Contrasto all’abbandono rifiuti: Il primo bilancio della commissione provinciale tra videosorveglianza e controlli sulle strade

PROVINCIA DI LECCE – Si sono svolti oggi i lavori della 2^ Commissione consiliare della Provincia di Lecce sull’emergenza abbandono rifiuti sul territorio salentino, riunitasi per dare seguito al crono programma stabilito nella prima seduta del 10 maggio scorso.

Presenti i consiglieri provinciali componenti della Commissione Nunzio Dell’Abate (presidente), Fernando Leone, Germano Luca Santacroce, Renato Stabile, Federica Esposito, Daniele Piccione (in sostituzione di Massimiliano Romano), Giovanni Tundo (in sostituzione di Stefania Oltremarini), il segretario generale dell’Ente Angelo Caretto, il dirigente provinciale del Servizio Viabilità stradale Dario Corsini,  il comandante della Polizia provinciale Antonio Arnò.

Hanno partecipato all’incontro, inoltre, il delegato dell’Anci e sindaco di Galatina Marcello Amante, il rappresentante dell’associazione Endas (Gruppo Gev) Giuseppe Albanese, il presidente dell’associazione Italia Nostra Marcello Seclì, il responsabile della cooperativa sociale “Terra rossa” Daniele Sperti e la responsabile dell’associazione I Cuori verdi di Racale Maria Teresa Marotta.

Il presidente della 2^ Commissione consiliare Nunzio Dell’Abate esprime soddisfazione: “Il tavolo costituito in Commissione, che sta registrando continue adesioni di associazioni impegnate sui temi ambientali, non verrà rimosso fino a quando non vedremo le strade provinciale pulite. Questo mi sento di assicurarlo con forza”.

“Mi confortano i risultati già conseguiti in appena tre giorni di attività di controllo mirata svolta dal corpo di Polizia provinciale. La task force messa in piedi sta dando i suoi frutti sia in termini di sicurezza del territorio, in quanto i cittadini si sentono tutelati avvertendo la presenza fisica del personale di Polizia provinciale, e sia in termini di deterrenza nei confronti degli incivili”, prosegue Dell’Abate.

“Fondamentale è stata la presenza del sindaco Marcello Amante, in qualità di delegato dell’Anci, che ha raccolto, condividendole, le istanze e le azioni avanzate dal tavolo di cui si farà portavoce. Con il supporto delle associazioni ed il coinvolgimento dei dirigenti scolastici, inoltre, verrà avviata un’attività di sensibilizzazione ed educazione ambientale”, conclude il presidente della 2^ Commissione consiliare.

Nel corso della seduta odierna, il comandante della Polizia provinciale Antonio Arnò ha illustrato i primi risultati, ottenuti in pochi giorni, dell’attività di controllo diffusa sul territorio provinciale e finalizzata a contrastare l’abbandono dei rifiuti.

I sistemi di videosorveglianza presenti sulle strade provinciali, anche se installati solo da due giorni, hanno già rilevato un’infrazione commessa da un cittadino, ripreso dalle telecamere mentre getta alcuni rifiuti in una piazzola di sosta (nei suoi confronti sarà elevata la sanzione amministrativa di 600 euro).

Gli organi di Polizia provinciale, inoltre, accerteranno se il trasgressore ha assolto gli oneri in materia di pagamento della Tari e comunicheranno al Comune gli esiti per gli adempimenti di competenza. A questo proposito, è stata auspicata l’attivazione di intese con le Amministrazioni comunali per svolgere congiuntamente questa importante attività.

Dal 27 al 29 maggio, inoltre, in base ad un calendario programmato dal Comando, gli operatori di polizia provinciale hanno effettuato sulle strade provinciali 50 controlli per verificare il rispetto della normativa in materia di trasporto di rifiuti solidi urbani e di rifiuti speciali e, quindi, prevenire e contrastare il fenomeno dell’abbandono di materiale di risulta ed edile. Nessuna irregolarità è stata riscontrata, in quanto il trasporto dei rifiuti è risultato conforme alla normativa.

Questa attività di controllo proseguirà per tutto il periodo estivo, secondo il calendario già programmato. La presenza sulle strade provinciali delle pattuglie consentirà non solo di scoprire eventuali trasgressori ma anche di garantire la sicurezza dei cittadini.

Infine, così come programmato nella predente seduta della Commissione consiliare Ambiente, è stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno (“Azioni di contrasto per l’abbandono incontrollato dei rifiuti sul territorio provinciale”), che sarà presentato in Consiglio provinciale, con cui si chiede al presidente della Provincia di Lecce, anche come presidente dell’Upi regionale, di assumere ogni iniziativa necessaria affinché la Regione possa contribuire finanziariamente per consentire alle Province l’attivazione dei corsi di formazione per l’inserimento sul territorio provinciale delle guardie ecologiche volontarie (GEV) e di attivare con la stessa Regione forme di collaborazione per utilizzare il personale di polizia provinciale trasferito per effetto della riforma Delrio.

Nel frattempo, sta per essere avviato il servizio di rimozione dei rifiuti lungo le arterie provinciali tramite ditte esterne.

Lecce, 30 maggio 2019

Provincia di Lecce

 1,266 total views,  2 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login