Gabriele Caputo scrive al Ministro della salute: “Si riconosca al Ferrari quel protagonismo che nei fatti non è mai venuto meno”

"Dopo anni di costante ridimensionamento infatti, il Ferrari riesce ad attestarsi come il miglior ospedale della provincia, secondo solo al Vito Fazzi di Lecce."

Gabriele Caputo scrive al Ministro della salute: “Si riconosca al Ferrari quel protagonismo che nei fatti non è mai venuto meno”

Al Ministro della Salute
On.le Roberto Speranza

Al Capo di Gabinetto del Ministero
On.le Massimo Paolucci

Al Presidente della Regione Puglia
Michele Emiliano

Lettera Aperta

Nel corso degli incontri di dicembre tenutisi a Lecce ed a Roma è stato possibile focalizzare l’attenzione, anche oltre i confini regionali,  sulla valenza dell’Ospedale F. Ferrari di Casarano nell’ambito di una Sanità attenta e lungimirante, profondamente calato oltre che nella storia del territorio, anche e soprattutto nella logica virtuosa di una Sanità tendenzialmente sempre più efficiente e, conseguentemente, efficace.

Personalmente ebbi modo di evidenziare, già nel 2016, nell’ormai nota relazione al Capo del Dipartimento della Regione Puglia, dr Giancarlo Ruscitti, che analizzando con più attenzione i dati ufficiali della stessa ASL di Lecce, l’ospedale di Casarano, era quello con il minor scostamento costi/ricavi rispetto agli altri Ospedali della zona che, invece, dimostravano una scarsa propensione a recuperare agevolmente livelli ottimali di incidenza della spesa.

Nella valutazione e nelle scelte strategiche infatti, lamentavo la necessità di dover tener conto che la normativa di cui al DM 70 doveva necessariamente esser messa a sistema con altra norma cogente: nello specifico la legge di stabilità 2016; Quest’ultima stabiliva infatti che gli ospedali che registrano uno scostamento tra COSTI e RICAVI superiore al 10% dei ricavi, oppure superiore a 10 mln/€, “vanno in piano di rientro”.

Tutto questo non poteva passare inosservato agli “addetti ai lavori” nella formulazione del Nuovo Piano di Riordino Ospedaliero; ma forse così non è stato e gli ultimi dati ufficiali pubblicati dall’ASL di Lecce ci hanno dato ragione!

Dopo anni di costante ridimensionamento infatti, l’Ospedale F. Ferrari di Casarano riesce ancora oggi ad attestarsi come il miglior ospedale della provincia, secondo solo al Vito Fazzi di Lecce per volume delle prestazioni (fatturato), superiore allo stesso Vito Fazzi nel centrare l’obbiettivo-soglia del  10% (rapporto tra deficit e fatturato).

Di seguito la tabella dei deficit registrati:

CASARANO Copertino FAZZI Galatina Gallipoli Scorrano
% su ricavi – 10,25   – 39,32   – 17,61   – 32,84   – 24,22   – 20,78  

 

Ed inoltre,

alla data del  31.12.2019 il F. Ferrari di Casarano, registra circa 26.600 accessi,  di poco inferiore  rispetto ai 28.363 del 2014 (ante ridimensionamento). Vien da pensare che, le performance del nostro ospedale siano addirittura migliorate se si tine conto dell’intervenuta soppressione dei diversi reparti.

In buona sostanza, tantissima gente, ancora oggi, individua nell’ospedale di Casarano, l’Ospedale!

Questi ultimi dati in particolare evidenziano come il criterio della “viabilità” messo a caposaldo del Piano di Riordino può avere diverse declinazioni, privilegiando non solo gli ospedali ubicati a ridosso di importanti arterie stradali, ma anche quelli (vedi Casarano) che comunque intercettano agevolmente ampi bacini di popolazione; L’hinterland casaranese registra infatti oltre 150.000 abitanti, adeguatamente collegati.

Rimaniamo pertanto attenti, e fiduciosi che gli incontri di dicembre possano portare all’Ospedale  F. Ferrari il giusto riconoscimento per un protagonismo che nei fatti non è mai venuto meno, avendo continuato a maturare sul campo i  propri  meriti, chiedendo solo di poter contribuire a pieno titolo, al progetto nobile di una Sanità attenta e dal “respiro lungo”, vicina ai cittadini, giusta.

 

Casarano, 30/01/2020

Gabriele  CAPUTO
Segretario PD Casarano

 309 total views,  2 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login