Casarano, la Provincia, la filiera istituzionale. Attilio De Marco fa ufficialmente ingresso nel Consiglio Provinciale

Gabriele Caputo: "Con il ritorno in Consiglio Provinciale di un nostro concittadino, la nostra città recupera uno dei tasselli della filiera istituzionale e prova ad uscire dall’isolamento politico in cui è venuta a trovarsi negli ultimi anni"

Casarano, la Provincia, la filiera istituzionale. Attilio De Marco fa ufficialmente ingresso nel Consiglio Provinciale
Attilio De Marco, insediamento Provincia 5.02.2020

Attilio De Marco, insediamento Provincia 5.02.2020

Con soddisfazione, esprimo il forte compiacimento mio personale e di tutto il gruppo dirigente del Partito Democratico, per la nomina dell’Avv. Attilio De Marco a Consigliere Provinciale.

Il risultato raggiunto, riporta non soltanto il Partito Democratico, ma la città tutta di Casarano ad essere presente in questa importante istituzione, che personalmente ho avuto l’onore di rappresentare dal 2009 al 2017.

Con il ritorno in Consiglio Provinciale di un nostro concittadino, da tempo impegnato nella “res pubblica”, la nostra città recupera uno dei tasselli della filiera istituzionale e prova ad uscire dall’isolamento politico in cui è venuta a trovarsi negli ultimi anni.

La storia patria di Casarano ha visto la nostra città costantemente rappresentata a livello provinciale, regionale e parlamentare (almeno fino agli anni ’80), a differenza di quanto invece ormai avviene da molto tempo, a causa di invidie e lotte fratricide, quasi sempre imposte dall’alto secondo la logica del “divide et impera”.

La perdita di ogni rappresentanza (da ultimo anche negli assetti della programmazione d’area vasta) ha fatto buon gioco agli “altri”, ed ha consentito a rappresentanti anche di piccole comunità, di spendersi con profitto per i loro territori.

Casarano deve ritrovare la propria memoria, la fiducia in se stessa e l’orgoglio di un tempo; Deve abbandonare la logica del “veto incrociato”, puntando a massimizzare la coesione di una generazione politica che, tralasciando i personalismi, punti al riscatto della città; Casarano deve “mettere a profitto” il valore aggiunto di poter rappresentare oltre 18.000 elettori facendo il tifo innanzitutto per i propri rappresentanti.

La riforma istituzionale messa in atto di recente, ha  sottratto alla sfera di competenza delle provincie materie come la cultura, le attività produttive, il turismo, che le amministrazioni di centrosinistra (Ria e Pellegrino) hanno bene interpretato, facendo del Salento un “brand” riconosciuto.

Sarà per questo necessario il massimo impegno affinché, declinando in modo intelligente le materie affidate dalla riforma, non si perdano  comunque di vista  quegli obbiettivi che hanno reso in passato la Provincia un punto di riferimento per le comunità del territorio.

E’ quanto mai necessario riprendere ad operare bene, riconoscendo ancora oggi nella Provincia,  l’istituzione che ha fatto la storia d’Italia, ed ha spesso rappresentato il paracadute più prossimo, in molti casi la soluzione, alle istanze delle piccole realtà municipali, nonché il motore per uno sviluppo organico di intere aree sovra comunali, e la difesa e la promozione delle identità culturali e dei saperi locali.

Al neo eletto consigliere Provinciale, formulo gli auguri di un proficuo lavoro, garantendo il massimo apporto collaborativo personale e del Partito Democratico, per dare risposta a quelle istanze del territorio che nelle competenze provinciali possono ancora trovare soluzione. 

Casarano, 06 febbraio 202
Gabriele Caputo
segretario del PD – Casarano

Ph. Provincia di Lecce

 125 total views,  2 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login