Un sostegno concreto ai commercianti, artigiani, attività produttive e famiglie. La proposta di Adamo Fracasso

"Sono dei piccoli interventi, ma ora più che mai è necessario dare un segnale di vicinanza e un contributo alle attività produttive e alle nostre famiglie"

Un sostegno concreto ai commercianti, artigiani, attività produttive e famiglie. La proposta di Adamo Fracasso

Venerdì 13 marzo abbiamo presentato, all’attenzione del Sindaco di Casarano una proposta per evitare alle famiglie, agli artigiani, ai commercianti e alle nostre attività produttive ulteriori aggravi di natura economica. Non dimentichiamo che tutto il nostro territorio basa gran parte dell’economia sulle attività manifatturiere, sul commercio e pertanto è necessario predisporre tutte le iniziative e le attività per mitigare gli effetti negativi che potrebbero minare la sostenibilità economica e sociale della città. In questo contesto il Centro Democratico Cristiano si è fatto promotore di queste puntuali proposte:

 Rinvio a settembre del pagamento della Tari;

 Rinvio della scadenza prima rata IMU, TASI;

 Rinvio al mese di settembre degli altri tributi (TOSAP, Tassa sul canone“pubblicità”, altre entrate minori);

 Una moratoria di almeno novanta giorni per gli Atti di accertamento esecutivi, emessi dagli enti locali, sia per le entrate tributarie sia per quelle patrimoniali e blocco
dell’invio di nuovi accertamenti.

Sono dei piccoli interventi, ma ora più che mai è necessario dare un segnale di vicinanza e un contributo alle attività produttive e alle nostre famiglie.
Inoltre, si chiede di poter monitorare l’emergenza nel nostro presidio ospedaliero e, in particolare, le esigenze per il contrasto alla diffusione del CORONAVIRUS.
E’ oramai indifferibile la predisposizione di una tenda pre-triage in prossimità del Pronto Soccorso, in quanto consentirebbe un percorso dedicato e riservato alle persone che si presentano con sintomi influenzali presso l’Opsedale di Casarano. Sono passate ALCUNE SETTIMANE, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, e la nostra comunità non può permettersi di correre il rischio, oramai concreto, che persone con sintomi riconducibili al Coronavisrus possano liberamente accedere al nosocomio ed esporre a rischio di contagio gli altri cittadini in attesa al Pronto Soccorso, i sanitari e la comunità tutta solo perché ancora non è stata predisposta una SEMPLICE tenda pre-triage.
Infine sarebbe necessario limitare o addirittura vietare l’accesso ai parchi urbani, in primis il PARCO LINEARE, in quanto occorre ricordare a tutti che si tratta di emergenza, e quindi è necessario anteporre i DIRITTI COLLETTIVI, a quelli INDIVIDUALI.

CENTRO DEMOCRATICO CRISTIANO
Adamo Fracasso

 338 total views,  2 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login