Riso: “Osservazione casi sospetti Covid solo nel Pronto Soccorso”

Il sindacalista scrive ai vertici della Asl

Riso: “Osservazione casi sospetti Covid solo nel Pronto Soccorso”

 Lecce, 3 aprile 2020

Ill.mo DIRETTORE GENERALE ASL LECCE

dott. Rodolfo Rollo

Ill.mo DIRETTORE SANITARIO ASL LECCE

dott. Roberto Carlà

E p.c. Ill.mo DIRETTORE MEDICO PO CASARANO

dr.ssa Gabriella CRETI’

                                                                                                                                             SEDE

Oggetto: attivazione posti di osservazione in P.S. P.O. Casarano  (pazienti con sospetto covid). 

             Con la presente la scrivente O.S. rappresenta lo stato di criticità e il  conseguente grave rischio clinico cui sarebbero esposte le UUOO del Presidio Ospedaliero di Casarano in conseguenza della ventilata attivazione di stanze con posti letto ubicate in prossimità di altre Unità Operative che non siano locali del Pronto Soccorso o adiacenti allo stesso o sullo stesso Blocco, per la osservazione temporanea  dei pazienti che arrivano in Pronto Soccorso.

             Come noto, dalle ripetute dichiarazioni sia degli Organi Regionali che di codesta Direzione Generale l’Ospedale di Casarano non rientra tra quelli individuati per fronteggiare l’emergenza COVID essendo già previsto nell’organizzazione ospedaliera  aziendale come Ospedale di Base e perciò adibito alla diagnosi e cura delle patologie ordinarie e quelle critiche.

            Per l’emergenza COVID in corso, il Presidio di Casarano si è dotato di una stanza di isolamento allocata nel Pronto Soccorso facendo rimanere in carico dello stesso PS i pazienti in osservazione per i casi sospetti ed in attesa dell’esito del tampone, rispondendo all’esigenza di un più accurato triage per la prevenzione della patologia infettiva.

            Presso tale stanza di isolamento le altre Unità Operative del Presidio (in particolare Medicina, Cardiologia, Rianimazione) continuano ad assicurare l’attività di consulenza richiesta in attesa della destinazione dei pazienti una volta stabilizzati e venuti a conoscenza dell’esito del tampone.

            La proposta della Direzione Medica del Presidio di Casarano di attivare  ulteriori stanze con posti letto per osservazione in altra zona dell’Ospedale pone numerosi problemi di carattere organizzativo, per essere ubicate lontano dal Pronto Soccorso e soprattutto prevedendo che i pazienti afferenti dovessero essere presi in carico da chi, dall’esiguo numero di personale del Pronto Soccorso? Il quale dovrebbe fare da spola e quindi  rimanere lontano dallo stesso per accudire questi pazienti? Oppure da altre Unità Operative tipo Medicina o Geriatria?

             Tutto ciò determinerebbe un aumento del rischio clinico e per il lungo percorso e soprattutto per il fatto che i pazienti (potenzialmente infetti) in osservazione, sottoposti a tampone non sarebbero più in carico al PS ma alle singole Unità Operative del Presidio.

               Quindi, la decisione ventilata dal Direttore Medico del P.O. di Casarano di reperire ulteriori spazi per tenere in “osservazione” i pazienti che arrivano in Pronto Soccorso e sottoposti a tampone per sospetto Covid, a nostro modesto giudizio può trovare soluzione esclusivamente nell’ambito della struttura del Pronto Soccorso o in altri spazi adiacenti ad esso o in locali dello stesso blocco, in modo tale da usare percorsi brevi ed esclusivi.

              Per le ragioni sopra esposte si invita il Direttore Medico del Presidio di Casarano, che legge per conoscenza, per quanto riguarda solo i pazienti in osservazione per sospetto COVID  in attesa dell’esito del tampone, dal non mettere in atto iniziative che presuppongano l’utilizzo di locali e personale medico e non medico di altre UUOO ad eccezione di quello del Pronto Soccorso (il quale va potenziato con urgenza di Infermieri e di OSS), le quali UU.OO. si troverebbero coinvolte in gravi conseguenze organizzative che inciderebbero nella normale attività clinica dei reparti con aumento del rischio clinico. 

          Certi di un sollecito intervento in merito, si porgono distinti saluti.

                                                                       UIL FPL

                                                                       Mario RISO

 990 total views,  2 views today

Devi registrarti per poter inserire un commento. Login